Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
14 dicembre 2017

Spettacoli

Chiudi

01.10.2017

Con «40 sono i nuovi 20»
l’amore non ha più età

Reese Witherspoon in una scena del film
Reese Witherspoon in una scena del film

Come deve essere per ogni commedia romantica degna di questo nome, con «40 sono i nuovi 20» di Hallie Meyers-Shyer si entra in un mondo senza troppo dolore e dove tutto sembra possibile. Il film, in sala da giovedì con Eagle Pictures, come suggerisce il titolo racconta che oggi i quaranta anni, anche per quanto riguarda l’amore, non sono poi così lontani dai venti. E questo se si ha spirito giusto e voglia di mettersi in gioco. È il caso della protagonista del film, Alice Kinney (interpretata dal premio Oscar Reese Witherspoon), che dopo il divorzio dal marito Austen (Michael Sheen), decide di trasferirsi con le due figlie da New York a Los Angeles. Alice non è una donna con troppi grilli nella testa, ma la sera del suo quarantesimo compleanno, in un locale dove è andata a festeggiare con delle amiche, incontra tre giovani aspiranti promesse del mondo del cinema alla ricerca di un posto dove vivere. La donna, figlia d’arte (padre regista e madre attrice), decide di ospitarli temporaneamente a casa sua. I tre artisti porteranno nella ricca casa di Alice, dove sono coccolati come dei figli, tutta la loro freschezza e creatività, ma anche qualcosa in più. Il carismatico aspirante regista Harry (Pico Alexander) infatti si innamora, corrisposto, di Alice e tra loro nasce una storia difficile da vivere per una donna che ha quasi il doppio della sua età. Ma anche gli altri due ragazzi, Teddy (Nat Wolf) e George (Jon Rudnitsky), riempiranno altri pezzi mancanti della vita di questa donna. Tutto sembra procedere per il meglio fino a quando l’ex marito di Alice e padre dei due figli bussa alla sua porta con tanta voglia di tornare a casa...

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok