Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
21 novembre 2017

Spettacoli

Chiudi

02.11.2017

Giada Colagrande torna a Brescia
e presenta il film con Willem Dafoe

Willem Dafoe  e Giada Colagrande a giugno  2016 all’hotel  VittoriaStraordinaria partecipazione di Franco Battiato nel ruolo del  Padre
Willem Dafoe e Giada Colagrande a giugno 2016 all’hotel VittoriaStraordinaria partecipazione di Franco Battiato nel ruolo del Padre

L'arte, il cinema e il rapporto di osmosi che li lega, sono nel dna del «Nuovo Eden» fin dalla sua nascita: «Altre visioni», la rassegna che inizia domani nella sala di via Nino Bixio ne è la ennesima prova e conferma la volontà della Fondazione Brescia Musei di offrire al pubblico bresciano la possibilità di vedere su grande schermo il cinema di qualità che ha come oggetto l'arte, nelle sue molteplici espressioni, così come tutto il mondo che le ruota attorno.

Basta scorrere il programma per scoprire che questo mondo è, in un certo senso, di casa a Brescia. Si guardi per esempio il primo film in programma, dall'emblematico titolo di «Padre»: la sua realizzazione fu annunciata dall'autrice Giada Colagrande, ospite assieme a Willem Dafoe della nostra città alcuni mesi orsono, in occasione degli eventi promossi da Old Cinema. E Giada Colagrande sarà al Nuovo Eden domani per presentare la sua sperimentale «creatura».

Si prenda in considerazione poi il film «Controfigura», il 22 novembre: il manifesto del film «non ancora uscito», opera della regista e artista Ra Di Martino, fu esposto presso la fermata metro Marconi come prima opera del progetto «Subbrixia – arte in metropolitana», ideato e prodotto da Brescia Musei e Brescia Mobilità in collaborazione con il Comune di Brescia e curato da «Nero».

Oltre a «Padre», il film di stasera, e «Controfigura», gli altri film in programma sono: mercoledì 6 dicembre «The Challenge», documentario di Yuri Ankarani presentato tra i «Cineasti del presente» all’edizione 2016 del Festival di Locarno e imperniato sul fascino che la caccia col falco ancora esercita nella cultura araba contemporanea; giovedì 4 gennaio «The Space In Between - Marina Abramovic» di Marco del Fiol, il cui tema è la ricerca da parte della grande artista di nuovi stimoli creativi in un viaggio attraverso le comunità religiose del Brasile.

In conclusione, giovedì 18 gennaio «Maurizio Cattelan - Be Right Back» di Maura Axelrod, racconto del controverso artista contemporaneo attraverso le parole di chi lo conosce o l’ha conosciuto.

Nel film di domani, che nasce nel segno dell'intelligenza cinematografica e dell'eclettismo artistico, l'attrice e regista Giada Colagrande si serve di ogni strumento per suonare la sua intrigante musica, cioè raccontare una particolare elaborazione del lutto da parte della protagonista Giulia (Colagrande), che ha appena perso il padre e nei giorni successivi al funerale continua a percepirne la presenza nella casa in cui vivevano assieme. Il film conta sull'interpretazione di Dafoe, sui camei di Marina Abramovic e sulla straordinaria partecipazione di Franco Battiato che dà corpo e anima alla figura del Padre.

Alle 21: ingresso 5 euro.

Fausto Bona
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok