Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
lunedì, 11 dicembre 2017

Nuovo Mascherino italofrancese

L’affascinante Marion Cotillard (BATCH)

Iniziano stasera i Martedì del Sociale a cura del Nuovo Mascherino: da qui a fine gennaio ci sarà la possibilità di trascorrere una serata al cinema nella bella sala del centro assistendo alla proiezione di un film di qualità.

Il programma consta di una quindicina di opere rappresentative di varie cinematografie, evocative di molte tematiche, rappresentative di molti generi. Non poche sono quelli di derivazione letteraria come «L'infanzia di un capo» di Brady Corbet (24 ottobre); «Mal di Pietre» di Nicole Garcia (7 novembre); «In dubious battle» di James Franco (5 dicembre) e «Une vie – una vita» di Stéphane Brizé (19 dicembre). Curioso come siano tutti francesi a eccezione del film americano di James Franco da Steinbeck.

«L'infanzia di un capo» si ispira alla novella di Jean-Paul Sartre. In «Mal di Pietre» Nicole Garcia, innamorata del romanzo di Milena Agus, ha chiamato Marion Cotillard a interpretare il ruolo dell'indomita Gabrielle e l'ha fatta vivere nella Francia rurale del Sud ai tempi della guerra in Indocina. «Une vie – Una vita» di Stéphane Brizé, tratto dal romanzo di Guy De Maupassant, è un saggio di cinema ad alta intensità emotiva e stilistica. Ed è francese il film che apre stasera, sotto il segno del noir politico: «La meccanica delle ombre» di Thomas Fruithof (ore 18 e 21).

La serata di martedì sarà dedicata all'orgoglio cinefilo con «Blow up» di Michelangelo Antonioni. Fra gli italiani spiccano «A ciambra» di Jonas Carpignano (21 novembre), bell'esempio di cinema sociologico, potente e realistico nella rappresentazione della vita della comunità rom di Gioia Tauro. Rappresenterà l'Italia nella corsa all'Oscar come miglior film straniero, e anche «L'equilibrio» di Vincenzo Marra (16 gennaio).

Gli altri film in programma: «La vita in comune» di Edoardo Winspeare (17 ottobre); «Una settimana e un giorno» di Asaph Polonsky (14 novembre); «La parrucchiera di Stefano Incerti» (28 novembre); «Neve nera» di Martin Hodara (12 dicembre); «Io danzerò» di Stéphanie Di Giusto (9 gennaio); «Le donne e il desiderio» di Tomasz Wasilewski (23 gennaio) e «Le Ardenne» di Robin Pront (30 gennaio).F.B.