Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
18 novembre 2017

Spettacoli

Chiudi

01.11.2017

Verdone festeggia
il compleanno
di «Borotalco»

Carlo Verdone
Carlo Verdone

ROMA

«Sergio Benvenuti e Nadia oggi? Sarebbero due ragazzi molto meno disincantati. Quelli erano ancora anni di sogni, una surrogata felicità che veniva dagli anni Sessanta, perchè allora si cominciavano a vedere i primi problemi di lavoro e non c’era più quella leggerezza e ingenua mitomania. Oggi sarebbero due depressi, tra chi si fa le canne e chi va in analisi». Così un Carlo Verdone, veramente emozionato, alla Festa di Roma celebra il restauro di Borotalco, grazie a Infinity, del suo film cult a 35 anni della sua uscita e che aveva appunto come protagonisti Sergio (lo stesso Verdone) e Nadia (Eleonora Giorgi).

Nessuna voglia da parte sua di fare un sequel del film, ma casomai di mettere in piedi una serie tv tra due anni: «Ne stiamo parlando con De Laurentiis. Borotalco», aggiunge il regista romano, «fu per me una sfida. Quando ci fu la proiezione andai all’uscita del cinema ed ero molto nervoso, poi sentii uno che, uscendo dalla sala, diceva: “ammazza me se morto da le risatE“. E pensai ce l’ho fatta». Sull’ingenuità di quegli anni Ottanta, dice ancora Verdone: «Quando a Sergio, in una scena, gli dicono che John Wayne era gay lui è sconvolto, oggi invece della vicenda Spacey non importa a nessuno. Ma il problema attuale è un altro. Il nostro pubblico fugge dalla sala. O scarica i film o va direttamente in streaming».

Verdone dedica il restauro del film a tutti quelli che vi hanno partecipato e non ci sono più («penso a Mario Brega e a tanti altri») e crede fermamente che il successo di Borotalco sia nato «dall’amabilità dei suoi personaggi, dalla loro fragilità, ma soprattutto dalle infinite battute in genere improvvisate».

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok