Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
17 ottobre 2018

Spettacoli

Chiudi

06.01.2017

Erix Logan e Sara
portano al Sociale
le sfide più magiche

Negli show di Logan arte, tecnica e stili come il beatbox e il freestyle
Negli show di Logan arte, tecnica e stili come il beatbox e il freestyle

Bresciano d’origine, artista del mondo, l’illusionista Erix Logan apparirà a Brescia, con la sua inseparabile partner - la cantante e attrice Sara Maya - oggi alle 16 al teatro Sociale con «Magic», family show di magia e divertimento. L’Houdini bresciano (al secolo Enrico Del Buono) che in carriera ha conquistato ben tre volte il Mandrake D’Or Award, sorta di Oscar per illusionisti - David Copperfield, tanto per fare un nome, è fermo a quota due -, porta sul palco uno spettacolo che attinge alla tradizione innestandovi altri elementi performativi e una tecnologia piegata all’illusionismo.

Uno show complesso con grandi apparati magici che ha anche una precisa spina dorsale. Coloro che si aspettano di vedere qualcosa di tradizionale rimarranno delusi: Erix porta in scena il nuovo illusionismo, fatto di grandi effetti da lasciare col fiato sospeso, ma anche di un particolare rapporto con il pubblico, un’empatia speciale.

Lo spettacolo punta tutto su velocità, ritmo e illusione; è pensato soprattutto per le nuove generazioni. Non mancano figure musicali prettamente «giovanili», come il beatbox e il freestyler che riempiono a suon di basi e rime rap gli intermezzi tra i numeri; ma anche l’utilizzo di codici e linguaggi tipici del mondo dei social network. Frutto di un lavoro di preparazione iniziato nel 2000.

Molto spazio andrà alla condivisione: Erix e Sara saranno affiancati da alcuni ospiti. La dimostrazione più sensazionale sarà la partecipazione di Nicola Codega. Erix tenterà di farlo levitare, per realizzare una sua richiesta che contiene un messaggio inequivocabile: «Se io posso volare con una sedia a rotelle è possibile trovare la forza di uscire con la stessa di casa».

Per la prima volta Erix e compagna - sul palco e nella vita - presenteranno «The Mascot Moth», illusione inventata nel 1905 dall'inglese David Devant, considerata un «capolavoro». Più nessuno pare l'abbia proposta in Europa per un secolo, così gli spettatori del Sociale potranno vivere la Storia. Forte la presenza scenica di Sara Maya, che ascoltiamo cantare e vediamo ora «teletrasporsi», ora restare infilzata sulla punta di enormi forbici e attraversare il torace dell’artista come fosse uno specchio d’acqua.

Biglietti a 27 euro in platea, a 19 in galleria.

Alessandro Faliva
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok