16 febbraio 2019

Spettacoli

Chiudi

24.04.2014

Il Dante «riletto» in video dai ragazzi del Capirola

Un momento di «Inferno Party» del Capirola
Un momento di «Inferno Party» del Capirola

Metti un video maker, Alessandro Bonini, che collabora con successo alle attività dell'istituto «Capirola» di Leno, grazie al quale ha già vinto importanti premi, metti un bel gruppo di studenti, frequentanti diversi indirizzi, dalla spiccata creatività e dalla voglia di mettersi in gioco, metti un paio di insegnanti volonterosi e disposti ad un surplus di ore, Piero Forlani e Silvia Ungaro, una dirigente, Ermelina Ravelli, sempre pronta alle novità, un ente, il Dominato Leonense che offre gli spazi di villa Badia, un concorso stuzzicante sulla «Divina Commedia» a fini benefici e il gioco è fatto.
È nato così il breve film girato dalla scuola superiore lenese, intitolato «Inferno Party» e dedicato ai versi di Dante, precisamente il canto III dell'«Inferno» che, secondo la norma del concorso indetto dalla Loescher, casa editrice per testi scolastici, dove essere recitato integralmente, senza nulla aggiungere, togliere o modificare. Una clausola impegnativa che non ha scoraggiato la squadra, per altro formata da molti studenti stranieri, anche se con poco più di un mese a disposizione, tutti impegnati nella sfida di tradurre in immagini le parole di Dante. Coordinati dall'abile regia di Bonini hanno messo in campo idee, interpretazione, studio a memoria del testo, ambientazione per far rivivere il sommo poeta ai giorni nostri, dentro una festa dove ognuno pensa solo se stesso, preso dal cellulare o dalla propria immagine, dal divertirsi a tutti i costi, magari con il famigerato trenino e dove a far svenire il protagonista ci pensa la «pongata» in uso nelle discoteche, mostrandogli le «stelle», parola con cui finisce ogni cantica.
C'è naturalmente anche un finale a sorpresa e un backstage altrettanto divertente. Gli studenti hanno così analizzato Dante in profondità, imparato il lavoro di squadra e l'importanza del contributo di tutti per la buona riuscita finale, acquisito alcune tecniche. È stato girato in una giornata e mezza ed ora è sottoposto al giudizio del web. Concorre per un terzo al giudizio finale, poi interverranno la giuria della Loescher e il Comitato scientifico dell'Accademia della Crusca. In caso di vittoria il «Capirola» potrà devolvere i mille euro del premio ad una associazione perché lo scopo e benefico, ma vuoi mettere la soddisfazione?

Milena Moneta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok