Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
17 ottobre 2017

Spettacoli

Chiudi

23.05.2017

Banda di Muscoline
Un «laboratorio»
per grandi firme

La  Banda «Achille Bersanini» di Muscoline ha fatto  del versatile repertorio e della  sperimentazione artistica  i suoi  marchi  esclusivi Il direttore Daniela Gozzi  e il presidente della Banda Fabio Bardelloni
La Banda «Achille Bersanini» di Muscoline ha fatto del versatile repertorio e della sperimentazione artistica i suoi marchi esclusivi Il direttore Daniela Gozzi e il presidente della Banda Fabio Bardelloni

Cinzia Reboni

L’orizzonte della Banda di Muscoline è sempre più ampio. Una formazione, quella diretta da Daniela Gozzi, proiettata al futuro, che va oltre il tradizionale repertorio bandistico per esplorare la galassia delle colonne sonore di film e opere teatrali, «contaminandosi» con altri generi musicali. La Banda di Muscoline, insomma, non si accontenta mai. «Il nostro gruppo si contraddistingue nel panorama bandistico provinciale proprio per il repertorio - ammette la direttrice, sul podio dal 2001 -. Ci presentiamo al pubblico in molteplici vesti: con il gruppo teatrale del paese abbiamo allestito dei concerti dedicati alla Grande Guerra, con le associazioni di musica, danza e teatro di Muscoline uno spettacolo ispirato alla Fiaba. I ragazzi hanno rivisitato i trailer di film famosi per i concerti dedicati alle colonne sonore, in particolare con l’omaggio ad Ennio Morricone. E poi la collaborazione con la cantante jazz Elisa Rovida, con gli interpreti della lirica Marcello Merlini e Patrizia D’Urso e infine con l’artista Charlie Cinelli, del quale abbiamo riarrangiato alcune canzoni... Possiamo dire che le nostre esibizioni sono eventi-spettacolo, più che tradizionali concerti».

MA NON È TUTTO: particolarità e pregio della Banda musicale di Muscoline è infatti la formazione da parata, con cui viene presentato - sotto la guida di un mazziere ed accompagnato da 4 tamburi imperiali - il «carosello musicale» con spettacolari e folcloristiche figure coreografiche.

Indispensabile «vivaio» per la formazione del paese a cavallo tra Garda e Valsabbia è la scuola di musica, impostata proprio per far «crescere» gli strumentisti del futuro. Qui gli allievi, una ventina circa, prendono dimestichezza con gli strumenti della Banda: il primo obiettivo è l’ingresso nella formazione giovanile, nata proprio in questi ultimi mesi, prima dell’approdo finale tra i «grandi».

«IL PAESE È PICCOLO, ed inevitabilmente si fa un po’ fatica a “reclutare“ nuove leve - osserva Fabio Bardelloni, trombettista della Banda fin da bambino e presidente dal 2001 -. Nonostante questo, e grazie al laboratorio attivo da una decina di anni nelle scuole elementari, riusciamo a trasmettere la nostra passione ai ragazzi. Il bacino è ristretto, ma dà i suoi buoni frutti».

La Banda di Muscoline - formata da 34 strumentisti - è prevalentemente giovane, anche se non mancano i veterani: «L’ossatura è rimasta - spiega Bardelloni -: del resto ci vuole qualcuno di esperienza affinchè anche i giovani possano crescere».

«Il nostro scopo è quello di valorizzare la dimensione sociale, ancora di più di quella musicale - sottolinea Daniela Gozzi -. Cerchiamo di lavorare per il paese, seguendo una politica di aggregazione, nel tentativo di coinvolgere il più possibile i giovani».

Anche le collaborazioni con il territorio sono importanti: «Gli alpini, le associazioni... Riusciamo sempre a condividere le nostre esperienze per costruire qualcosa di bello insieme», rimarca Daniela Gozzi. E spesso nascono anche collaborazioni tra bandisti: nel 2010, ad esempio, è nata la Fanfara «Piume del Garda», composta, tra gli altri, da alcuni ottoni delle Bande di Muscoline e di Vallio Terme, e diretta dal capo fanfara Fabio Bardelloni.

Tra gli appuntamenti più importanti dell’anno non può mancare il tradizionale Concerto di Natale, in programma ad inizio dicembre al Teatro Pavanelli. Imminente il Concerto estivo, fissato per sabato 10 giugno. «Il tema di quest’anno sarà la canzone d’autore italiana - precisa Daniela Gozzi -: il repertorio spazierà da Renato Zero a Lucio Dalla, fino agli 883. Siamo certi che il pubblico apprezzerà molto la nostra scelta». La sede del Concerto estivo cambia sempre «per valorizzare le contrade del paese - sottolinea la direttrice -. Quest’anno si terrà nel cortile della biblioteca, praticamente dove c’è la nostra sede».

GIÀ, LA SEDE. La Banda «don Achille Bersanini» di Muscoline è una delle poche in tutta la provincia ad avere una «casa» di proprietà dal 1985, in seguito alla donazione della benefattrice Lisetta Visintini Aporti, che ha garantito una sede fissa, e perenne, ai musicanti. «Proprio grazie a questi locali, ed al supporto del Comune, possiamo dire che la nostra Banda può guardare al futuro senza patemi», conclude Bardelloni.

Cinzia Reboni
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok