Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
21 novembre 2017

Spettacoli

Chiudi

12.11.2017

Bennato all’attacco
«Bresciani, pronti
a salpare con me?»

Il cantautore napoletano, classe 1946, è il padre della scena cantautorale-rock italianaLa copertina-slogan dell’ultimo disco di Edoardo Bennato
Il cantautore napoletano, classe 1946, è il padre della scena cantautorale-rock italianaLa copertina-slogan dell’ultimo disco di Edoardo Bennato

Rocker senza età, voce sempre giovane, Edoardo Bennato illuminerà con la sua energia l’annuale concerto organizzato al Teatro Grande dall’Airc (Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro) che si terrà martedì alle 21. Il cantautore napoletano fa tappa a Brescia nel suo tour per presentare non solo il suo ultimo lavoro, l’album «Pronti a salpare», ma anche un programma che mette in scaletta alcuni dei brani più famosi, dalle canzoni più note tratte dall’album «Burattino senza fili» che quest’anno compie i quarant’anni, a «Sono solo canzonette», «Abbi dubbi», «Le ragazze fanno grandi sogni», «La fantastica storia del Pifferaio magico», fino al disco più recente in cui Bennato non rinuncia alla sua caratteristica ironia politica, senza dimenticare le radici. Ironia cui non rinuncia parlando del suo lavoro di cantautore: «Lo dico con rammarico: per uno come me scrivere i testi è una fatica immane... certo, meglio che lavorare in miniera!».

UNA COSTANTE nella scelta dei temi da parte di Edoardo Bennato è il fantastico: «La favola mi permette di parlare della società, dei paradossi, soprattutto, della società che ci circonda cercando di evitare la retorica o di essere un moralista. L’essenziale a mio avviso è di essere sempre “pronti a salpare” ovvero a cambiare modo di pensare».

Rifiuta la retorica anche parlando dei giovani: «È da quando ero bambino che sento ripetere “ai miei tempi i giovani erano diversi, quelli sì che erano tempi!”... Se vogliamo semplicemente leggere i libri di storia ci accorgiamo che questi paradigmi sono grandi stupidaggini! Si rimpiange la propria gioventù. Nella musica vale lo stesso: se una canzone è bella, vale oggi come ieri».

Nel suo ultimo album Bennato aggiorna un celebre testo rossiniano, La Calunnia dal Barbiere di Siviglia, un brutto vizio che oggi può contare per diffondersi di mezzi ben più potenti di quelli in uso nel primo Ottocento. Poi c’è il tema, attualissimo, dell’emigrazione e dell’immigrazione: «Viviamo in un’era di grandi trasformazioni, di spostamenti biblici. Decine, centinaia di migliaia di disperati cercano una via di scampo alle guerre, alla fame, alla miseria e si dirigono verso il conclamato benessere del mondo cosiddetto occidentale. Sono disposti a tutto, sono disperati, sono pronti a salpare! Ma tutti quanti noi dovremmo essere pronti a salpare. Il mondo cambia e dovremo entrare in un altro ordine d'idee, guardare le cose da un altro punto di vista»

I tagliandi per la serata di martedì 14 sono disponibili alla biglietteria del Grande a partire da 25 euro, più i diritti di prevendita per acquisti on line su www.vivaticket.it. Ulteriori informazioni al Comitato Lombardia dell’Airc allo 0277971, all’email com.lombardia@airc.it, cui ci si può rivolgere anche per il rimborso del biglietto per il concerto di Franco Battiato, amico di Bennato fin dagli anni ’70, che ha dovuto rinunciare alla tournée per un infortunio domestico.

Luigi Fertonani
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok