Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
17 dicembre 2017

Spettacoli

Chiudi

02.10.2017

«Cenerentola»
dolce ma non
rassegnata

Un Teatro Grande gremito fino all’ultimo posto ha accolto anche la seconda rappresentazione de «La Cenerentola» di Gioachino Rossini, ieri pomeriggio. Il pubblico si è fatto catturare dalla frizzante regìa di Arturo Cirillo, che ha saputo infondere al racconto la giusta ironia, rendendo la fiaba della fanciulla in cerca di riscatto un gioco d’astuzia e sottile divertimento.

Il contributo a questa visione è stato dato da tutti gli interpreti con ammirevole presenza scenica. Divertenti le due sorellastre, Eleonora Bellocci che ha interpretato Clorinda anche se indisposta, ed Elena Serra come Tisbe.

Spiccava l’Angelina di Cecilia Molinari: ha restituito una Cenerentola dolce ma non scontata, dedita ma non rassegnata. Tutt’attorno piroettavano gli altri personaggi: ottimo il Don Ramiro di Ruzil Gatin e esilaranti il Dandini di Clemente Antonio Daliotti e il Don Magnifico di Vincenzo Taormina. Molto piacevole e rassicurante Alessandro Spina nel ruolo del mendicante Alidoro. L’Orchestra dei Pomeriggi Musicali, diretta dalla giovane di Taiwan Yi-Chen Lin, ha sostenuto gli intrecci vocali disegnati da Rossini dando adeguato risalto ai momenti lirici. Gli interventi corali erano realizzati dal coro di OperaLombardia, diretto da Massimo Fiocchi Malaspina.

LE SCENE senza tempo di Dario Gessati, i costumi caricaturistici di Vanessa Sannino, illuminati dalle luci di Daniele Naldi, hanno trasportato l’opera in una realtà più affine al teatro delle marionette, quasi a ricordare come a volte la vita possa sembrare diretta da una volontà superiore finché non si decide di prenderne in mano le sorti.

Nadia Spagna
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok