Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
domenica, 17 dicembre 2017

E in primavera ritorna Anastacia

Anastacia: nata il 17 settembre 1968, oltre che musicista è stilista (BATCH)

Appuntamento a primavera con Anastacia: la cantante, già all’ombra della Loggia nell’estate 2015 davanti ad una platea sold out, tornerà nella Leonessa per cantare al Gran Teatro Morato, come il Palabrescia di via San Zeno è stato ribattezzato dopo il passaggio della gestione del cartellone di spettacoli all’agenzia veneta Zed, già operativa al Palageorge di Montichiari. Anastacia sarà in città il 6 maggio per una delle quattro date italiane già fissate nell’ambito del suo «Evolution Tour». I biglietti saranno in vendita da domani su zedlive.com e su fastickets.it.

«Sono emozionata di tornare in Europa per suonare i brani del nuovo Evolution – dichiara la vocalist di Chicago -. Ho registrato il disco mentre nel corso del mio precedente tour, quello di “Ultimate Collection”, e davvero non vedo l’ora di condividere queste canzoni con i fan».

Il nuovo lavoro, inciso a Stoccolma sotto la regìa del produttore Anders Bagge (già al lavoro con Madonna, Celine Dion e Janet Jackson), segna un ritorno alle sonorità dei primi anni di carriera, alternando ritmi pop soul a romantiche ballate. Adesso il nome di Anastacia è la ciliegina sulla torta della stagione 2017-18 del Gran Teatro Morato, che partirà sotto il segno del musical con «La febbre del sabato sera» (30 novembre) e «Grease» (23 gennaio).

Dopo aver tenuto ben 110 concerti a cavallo tra il 2016 e 2017, l’artista è ora pronta a tornare in scena senza però dimenticare la solidarietà: recentemente ha annunciato una partnership con Cancer Research UK, organizzazione che si occupa del tumore al seno, malattia che lei stessa ha superato per ben due volte.C.A.