Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
12 dicembre 2017

Spettacoli

Chiudi

12.10.2017

Little Barrie
acidi e grintosi
come non mai

Nel 2005, quando debuttarono con l’album «We are Little Barrie», si parlò di loro come una delle rivelazioni della scena inglese anni zero: suono vintage, aggressività neorock, nulla di nuovo ma tanta energia. Dodici anni dopo, è possibile che il trio londinese abbia ormai perso definitivamente il treno per la fama e il successo: eppure i Little Barrie non si danno per vinti e tornano con il più ambizioso e coraggioso fra i cinque dischi fin qui pubblicati. «Death Express» è una sorta di febbrile jam in 20 tracce che in oltre un’ora di musica offre l’occasione al gruppo di sfoggiare tutto il suo eclettismo, in un blend acid-beat che profuma di Traffic, Paul Weller e Ocean Colour Scene.

(Non Delux)

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok