Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
24 settembre 2018

Spettacoli

Chiudi

12.07.2018

Resta in Festa con il cine-funk dei Calibro 35

I Calibro 35: fra le band italiane più apprezzate all’estero, per gusto e capacità tecniche
I Calibro 35: fra le band italiane più apprezzate all’estero, per gusto e capacità tecniche

L’onda del ritmo travolge Palazzolo tra rap, reggae, hip hop, funk: gli ingredienti di Resta in Festa, ormai tradizionale appuntamento dell’estate indie bresciana che taglia il traguardo della quinta edizione nella cornice naturale del parco fluviale Metelli per quattro giorni in riva all’Oglio di musica e good vibrations. Il via questa sera sotto il segno dei Calibro 35, gli specialisti del «cinematic funk» che da oltre un decennio rispolverano l’immaginario poliziottesco anni ’70 con le loro colonne sonore immaginarie ma perfettamente in tema, ispirate ai geniali artigiani italiani del suono. Occasione ideale per ripercorrere il percorso del combo fondato nel 2008 a Milano da Enrico Gabrielli, Massimo Martellotta, Fabio Rondanini e Luca Cavina sotto la regìa di Tommaso Colliva: il debutto lo stesso anno, con la cover di «L’appuntamento» di Ornella Vanoni e cover di Morricone, Bacalov, Trovajoli, fra i più grandi maestri di quel «Cinecittà sound» destinato a rivivere nelle note della band. Tanti gli appassionati che anche all’estero hanno dato credito al gruppo, confermando come nel rock strumentale l’Italia abbia una reputazione elevatissima: i Calibro approdano negli Stati Uniti già nel 2009, pubblicano il loro secondo disco anche in Gran Bretagna, creandosi una grande reputazione soprattutto come live band e vincendo nel 2010 il premio KeepOn Live. Un riconoscimento tutto bresciano è arrivato con la Targa Musica da Bere: nel frattempo la discografia assomma sei titoli, l’ultimo dei quali, «Decade», uscito il 2 febbraio per Record Kicks, palese riferimento ai dieci anni di carriera, senza dubbio il più gettonato per la scaletta dello show franciacortino. Apertura con gli olandesi DeWolff, band di psycho rock blues psichedelico in tour in tutta Europa con i brani dell’ultimo album «Thrust», uscito il 4 maggio. Chiusura on the dancefloor con il djset di Peak Nick. L’ingresso è libero. Dopo il debutto, Resta in Festa continua domani con la storia dell’hip hop made in Italy: sul palco Bassi Maestro e Colle der Fomento. Il primo, classe 1973, i secondi attivi dal 1994. Sabato 14 si volta nuovamente pagina con il giamaicano Max Romeo, storico artista roots reggae, classe 1944, da St James, al debutto nel lontano 1965 con gli Emotions, gruppo vocale conosciuto per successi d’epoca come «Buy you a rainbow» e «Wet dream». Ad aprire il concerto Ashraff30. Gran finale hip hop domenica 15 con Stokka & MadBuddy ad aprire per Willie Peyote, di ritorno a Brescia con il «Sindrome di Toret Tour», che lo vedrà portare le canzoni del recente omonimo album in tutta Italia con un calendario fitto di date. •

Claudio Andrizzi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok