Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
19 agosto 2018

Spettacoli

Chiudi

08.02.2018

Timberlake tra i boschi non rinuncia al Black

L’avevamo lasciato trionfatore senza rivali del 2016 con l’irresistibile hit «Can’t stop the feeling»: il più venduto negli Usa, il più trasmesso dalle radio in Italia. Melodia contagiosa, di quelle che riescono a raddrizzare una giornata storta: bel traguardo anche per un artista che ha alle spalle tre album, 32 milioni di dischi venduti, una carriera cinematografica prestigiosa (a Natale era sugli schermi con «La ruota delle meraviglie» di Woody Allen). Per il nuovo lavoro, fuori il 2 febbraio a 5 anni dal precedente, lancio ai massimi livelli con la performance di domenica al Super Bowl: Justin Timberlake si ripresenta in scena travestito da «uomo dei boschi», ammiccando alla svolta country che a parte qualche episodio resta sullo sfondo, preferendo indugiare sul black ammiccante: inchini ai santini di Stevie Wonder e Michael Jackson, sterzate R&B, white funk alla Jamiroquai, strizzate d’occhio a Bruno Mars. Risultato piacevole ma un po’ annacquato in 65 minuti e 16 tracce non sempre indispensabili. (Sony)

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok