Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
23 ottobre 2017

Spettacoli

Chiudi

10.10.2017

Vulpi coglie «fiori» d’inizio
Novecento

Se si parla di fogli d’album per canto e pianoforte del primo Novecento di solito il nome più spesso citato è quello di Francesco Paolo Tosti, e infatti il giovane soprano Marta Vulpi ne cita due numeri, «Addio» e il più noto «Io ti sento». Ma tutto il resto della bella incisione è dedicata ad autori meno noti ma non per questo meno interessanti, da Giovanni Sgambati con «Canto d’aprile» e «La Sirena» a Luigi Arditi con «Reminiscenze», con la cadenza scritta dalla stessa Marta Vulpi. E, ancora, Ferruccio Busoni con ben quattro Romanze fra cui «Il fiore» e «Un organetto» dalla vivace introduzione al pianoforte.

Interpreti: Vulpi, Luciani

Cd Da Vinci Classics C00053

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok