16 febbraio 2019

Spettacoli

Chiudi

20.01.2019

«Ovunque proteggimi», emozioni vissute

«Ovunque proteggimi» in programmazione fino a mercoledì
«Ovunque proteggimi» in programmazione fino a mercoledì

«Ovunque proteggimi», il film in programmazione al Nuovo Eden fino a mercoledì (l’incontro con il regista presentato da Matteo Asti è previsto stasera), è il secondo lungometraggio del sassarese Bonifacio Angius. Merita sicuramente di essere visto perché è sempre intrigante e non privo di emozioni assistere al miracolo di una «voce di dentro» che trova la via felice e precisa per incarnarsi in sceneggiatura e far uscire fuori alla scoperto, sullo schermo due personaggi di perdenti, di marginali – e si intenda la parola come priva di ogni connotazione negativa – di ferita umanità e verità. Alessandro e Francesca sono «senza pelle». Percorrono la strada su cui possono incontrare l’eco del cinema di Loach o i «Matti da slegare» di Agosti, Rulli e Petraglia. La loro vita interiore non è descritta o raccontata: è semplicemente fuori, vissuta sulla pelle, sui corpi, nelle voci in presa diretta di due magnifici attori, esaltata dall’immersione nel paesaggio sardo, un paesaggio in grado di conferire al film di Angius, commentato dalla bellissima colonna sonora di Carlo Doneddu, qualche sfuggente nota di astratta epicità. Alessandro, al quale da piccolo il papà diceva che era speciale mentre gli insegnava a cantare e a suonare, vive ancora con la vecchia madre si esibisce in locali di paese, accompagnato da trent’anni ormai dalla stesso vecchio suonatore di chitarra. Il suo antidoto ai morsi dell’insoddisfazione è l’alcool. E dopo le bevute trascende, come quando il partner gli comunica che non suonerà più con lui. Allora torna a casa, chiede soldi alla vecchia madre e sfascia la casa. La sfuriata finisce con un ricovero coatto. All’ospedale psichiatrico conosce Francesca, ragazza sbandata alla quale il giudice ha tolto il figlio. L’incontro fra le due anime perse di Alessandro e Francesca avviene così, con naturalezza. • «Ovunque proteggimi», Di Bonifacio Angius, con Alessandro Gazale, Francesca Niedda. Italia 2018. Al Nuovo Eden. Voto: 8 e mezzo.

F.B.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok