Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
12 dicembre 2017

Spettacoli

Chiudi

20.08.2017

Un anno nell’intenso ricordo di Daniela Dessì

  Dessì e  Armiliato, che ha creato la Fondazione nel nome dell’artistaDaniela Dessì nell’opera lirica  «Francesca da Rimini»
Dessì e Armiliato, che ha creato la Fondazione nel nome dell’artistaDaniela Dessì nell’opera lirica «Francesca da Rimini»

Esattamente un anno fa, il 20 agosto 2016, ci lasciava il grande soprano Daniela Dessì a soli 59 anni, genovese di nascita ma bresciana d’adozione, visto che nella nostra città aveva intrapreso gli studi musicali prima di affrontare una sfolgorane carriera internazionale che l’ha portata a cantare in tutti i più grandi teatri del mondo. Tornando spesso a Brescia, e partecipando ad esempio alla nostra Festa dell’Opera.

A un anno dalla morte l’artista viene celebrata da uno speciale sulla Rai e viene ricordata da una funzione religiosa a Gussago: ci parla di lei Fabio Armiliato, il tenore suo compagno sulla scena e nella vita che le è stato accanto fino all’ultimo, nei mesi tremendi della malattia. Armiliato si è impegnato da subito perché il nome di Daniela fosse debitamente ricordato attraverso numerose iniziative.

«QUESTI SONO PER ME giorni particolarmente difficili perché tanti sono i ricordi che si affollano alla mente e non è certo facile riprendere le fila della vita di ogni giorno – dice Fabio Armiliato –. Ma sono anche contento nel vedere come alcuni progetti che avevamo immaginato insieme non solo siano stati realizzati ma abbiano un ottimo successo come RecitarCanTango, un’operazione cui Daniela teneva moltissimo nel segno dell’incontro tra le varie culture, in un mondo che sicuramente ha molto bisogno di questo tipo di messaggi».

Certo non è facile proseguire nella vita professionale dopo essere stati al fianco di Daniela Dessì in tanti spettacoli. «Bisogna continuare, è chiaro e ad esempio a Catania mi aspetta la Vedova Allegra di Lehàr che avrei dovuto cantare accanto a Daniela, e anche quello sarà un momento non certo facile da affrontare» dice Fabio Armiliato.

Brescia in questo anno trascorso dalla scomparsa di Daniela Dessì si è mossa per ricordarla, dedicandole ad esempio la Festa dell’Opera del settembre dello scorso anno. E stamattina alle 10 su Rai 5 (e martedì alle 16.20) andrà in onda lo speciale registrato al Grande con l’Orchestra Filarmonica Italiana e la doppia direzione di Valerio Galli e Marco Boemi. «Sono molto contento per il successo grandissimo del Galà che si è tenuto a maggio al teatro Grande, perché è stato l’occasione per presentare la Fondazione dedicata a Daniela che intende lottare contro il cancro attraverso la prevenzione. Mettere l’arte, in questo caso la musica e il canto, al servizio della salute, della vita, mi sembra una cosa davvero straordinaria».

IL 25 MAGGIO hanno cantato al Grande alcuni degli artisti più noti nel campo della lirica, ma anche allieve e giovanissimi cantanti che hanno voluto testimoniare la loro ammirazione e la loro amicizia nei confronti di Daniela Dessì: dalla sua ultima allieva, la bresciana Marta Mari, a Federico Longhi, Renata Lamanda, Barbara Frittoli, Michele Pertusi, Mario Malagnini, Carlo Colombara, Luciana D’Intino, Norma Fantini e Juan Pons, oltre allo stesso Fabio Armiliato.

L’altro appuntamento previsto per oggi è la messa commemorativa nella parrocchiale di Gussago alle 18. «Io spero che si possa istituire nel prossimo futuro una borsa di studio, o magari più d’una, in ricordo di Daniela – conclude Fabio Armiliato –: lei ha sempre avuto in mente l’idea che i giovani bisogna aiutarli concretamente, non solo a parole».

Luigi Fertonani
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok