Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
24 ottobre 2017

Spettacoli

Chiudi

20.09.2017

«Curamistrega», partenza magica per il Ctb

Monica Ceccardi e Silvia Quarantini: le attrici  MARGHERITA MANISCALCOMarco Ghelardi: drammaturgo ligure, classe 1975 MANISCALCO«Curamistrega» al Teatro Santa Chiara venerdì e - in replica - sabato e domenica MARGHERITA MANISCALCO
Monica Ceccardi e Silvia Quarantini: le attrici MARGHERITA MANISCALCOMarco Ghelardi: drammaturgo ligure, classe 1975 MANISCALCO«Curamistrega» al Teatro Santa Chiara venerdì e - in replica - sabato e domenica MARGHERITA MANISCALCO

«Drammaturgie seducenti e valorizzazione dei giovani artisti del nostro territorio». La missione per il 2017 del Centro Teatrale Bresciano parte da questi due obiettivi per confermare quanto di buono fatto nella passata stagione. A dichiararlo è il direttore dello Stabile di Brescia Gian Mario Bandera nel presentare al pubblico «Curamistrega», la prima delle undici produzioni in sede in programma venerdì 22 settembre alle 20.30 al Teatro Santa Chiara Mina Mezzadri.

«Nella passata stagione siamo andati molto bene: Adesso la crescita numerica deve far seguito ad una crescita sempre più qualitativa, necessaria per proseguire - dice Bandera -. Il traguardo è fare in modo che Brescia diventi un luogo di ricezione di idee artistiche interessanti ed innovative a livello nazionale».

Le ambizioni del Ctb vengono affidate al testo di Marco Ghelardi, giovane drammaturgo ligure classe 1975 di stampo shakespeariano. È lui a firmare il suggestivo testo ambientato a cavallo tra il 1518 e il 1521, nel pieno della seconda persecuzione della stregoneria in Valcamonica e del conseguente scontro politico tra il Papato e la Repubblica di Venezia, che giocarono sulla pelle della popolazione camuna una sanguinosa partita per il controllo del territorio. Questo lo sfondo del racconto di Biscia, povera contadina camuna, e Angela, figlia di un ricco mercante bresciano. «Il testo è una novità italiana assoluta - prosegue Patrizia Vastapane, consigliere del Ctb - commissionata nell’ambito di IdentitàBs, percorso di indagine e memoria della storia bresciana condotto attraverso il linguaggio del teatro».

Lo spettacolo è interpretato da Monica Ceccardi e Silvia Quarantini – due attrici per 14 personaggi: dalla serva all’aristocratico veneziano fino all’inquisitore - è composto da due atti, impreziositi dalle canzoni cantate dal vivo a cura di Mimosa Campironi. Una sorta di «recitar cantando» attualizzato.

NEL PRIMO atto Biscia, pronta ad ogni espediente pur di sopravvivere, si finge guaritrice per farsi ospitare nella dimora del ricco mercante e cercare una cura per Angela, afflitta da una dolorosa follia. Biscia scopre di riuscire a curare la ragazza, che decide di fare rotta per Venezia e dedicarsi allo studio delle discipline mediche.

Il secondo atto si sposta temporalmente di diversi anni: Angela è sposata con un nobile veneziano quando arrivano in laguna le notizie della persecuzione delle streghe nelle valli bresciane. Temendo che l’ondata di violenza coinvolga anche Biscia, la ragazza decide di agire per fermare la carneficina. «Due donne: una popolana e una nobile, che la malattia e la persecuzione fanno incontrare e legano indissolubilmente», spiega Marco Ghelardi. «Nello spettacolo trattiamo del diverso. Inizia dal punto di vista di due donne del ‘500 e arriva alla fragilità della società contemporanea. Raccontare “le streghe” è l’occasione per dare voce alle vittime di ogni tempo».

Lo spettacolo replica sabato alle 20.30 e domenica alle 15.30. Biglietti a 10 euro.

Alessandro Faliva
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok