Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
giovedì, 19 ottobre 2017

Guitti, Legnanesi, Saviano, Buffa
Il Politeama racconta e diverte

Luca Micheletti de I Guitti (BATCH)

Sette spettacoli, tutti di primissimo piano, costituiscono il cartellone della stagione di prosa del teatro Politeama- Parrocchia di San Lorenzo di Manerbio arricchita da matinée per le scuole e appuntamenti per la comunità. La XXII edizione voluta da don Tino e dal direttore artistico Vittorio Pedrali, con il sostegno dell’Amministrazione comunale e dal Circuito regionale «Spettacoli dal vivo», si inaugura il 27 novembre con Tartufo o L’Impostore di Molière, allestimento de I Guitti - taglio asciutto ed espressionista - con l’adattamento di Luca Micheletti, regista ed interprete insieme la padre Adolfo e alla madre Nadia Buizza.

Il 6 dicembre tornano i beniamini del pubblico, «I Legnanesi» in «Colombo… si nasce», storia di amore e di gelosia nei cortili della Milano d’antan. Il 15 febbraio «La paranza dei bambini», tratto dal libro di Roberto Saviano e adattato al teatro con Mario Gelardi, anche regista, interpretato dagli attori del Nuovo Teatro Sanità. L’1 marzo torna Federico Buffa, giornalista sportivo e affabulatore: con «A Night in Kinshasa» racconta l’incontro epocale del 1974 tra Muhammad Ali e George Foreman. Il 9 marzo Tindaro Granata è tra gli interpreti de La Locandiera di Goldoni con la regìa di Andrea Chiodi. Il 9 aprile, a grande richiesta, riecco la «Rimbamband» in «Rimbamband show!», di Raffaello Tullo, affiancato da Renato Ciardo, Vittorio Bruno, Nicolò Pantaleo, Francesco Pagliarulo, cinque suonatori-sognatori che giocano con canzoni, note, rumori, suoni, strumenti, immaginazione, parole e un po’ di genuina follia. Chiude il 2 maggio Lucilla Giagnoni con Marilyn, scritto con Michela Marelli, autrice del progetto e regista.

IL PACCHETTO prosa, in abbonamento e con sconti particolari per studenti e giovani e ingressi omaggio per il cinema, è affiancato anche dagli appuntamenti del «Teatro e scuola», tra cui Una storia disegnata nell’aria, per raccontare Rita Atria, che sfidò la mafia con Paolo Borsellino e U Parrinu. La storia di padre Pino Puglisi, spettacolo in collaborazione con «Libera» dedicato al primo martire della Chiesa ucciso dalla mafia. E ancora due rappresentazioni in lingua (il 16 novembre Saint Germain Des Pres in francese e il 31 gennaio Piccadilly in inglese). Il 25 novembre, tradizionale Concerto di Santa Cecilia, eseguito dalla Associazione Musicale Santa Cecilia di Manerbio, diretta da Giulio Piccinelli.

Per informazioni ulteriori, i numeri di telefono da comporre sono 0309381567 e- 0309938138.