Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
lunedì, 16 luglio 2018

Il «Mercante di Monologhi»
è un giullare contemporaneo

Un «Mercante di Monologhi» tiene a battesimo il ritorno della rassegna «Impronte Teatrali - Pressione Bassa». Lo spettacolo di e con Matthias Martelli, presentato come anteprima della stagione alle 21 all’Asilo dei Creativi a Meano di Corzano, attraverso satira e poesia, mira a recuperare la tradizione del teatro popolare, che affonda le sue radici nei giullari medievali arrivando a Dario Fo.

Matthias Martelli si presenta al pubblico come un giullare contemporaneo: un Mercante che, accompagnato dal suo antico carretto di legno rigonfio di vestiti, e la complicità delle note del maestro Castellan, mette in vendita una merce speciale, surreale quanto necessaria: monologhi. E così giacche e cappelli, una volta indossati, diventano protagonisti della scena dando vita a una delirante galleria di «mostri contemporanei»: dal politico al professore di Antropologia, dal cantante Rods all’esilarante Don Iphon, predicatore delle nuove tecnologie, fino al delirio finale in cui il Mercante si trasforma in pochi minuti in una moltitudine di personaggi. Biglietto a 8 euro. AL.FA.