Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
24 novembre 2017

Spettacoli

Chiudi

05.09.2017

«Le due zittelle» senza pace, con ironia

Maria Paiato: attrice
Maria Paiato: attrice

Maria Paiato, una delle più grandi attrici italiane di questi anni, amatissima a Brescia per la sua bravura e per la sua grande generosità teatrale, è l'interprete della proposta di Memorie di Terra, in programma questa sera alle ore 20.30 al cortile del municipio in piazza Roma a Nuvolento, con la lettura del racconto «Le due zittelle», scritto nel 1943. Una delle punte più alte dell'opera di Tommaso Landolfi.

IN UN APPARTAMENTO di una provincia di una Italia per metà muffosa e per l’altra metà impegnata nello sforzo di risorgere da una guerra che ancora l’affligge, «due zittelle» vivono quel che rimane della loro vita con la «scimia» Tombo - regalo di un fratello delle due zittelle poi scomparso -, che vive dentro una grande gabbia, e svolge la funzione del «maschio di casa», viziato e irrequieto a causa della cattività.

Ma la quiete, finalmente raggiunta dopo la morte della loro dispotica madre, all’improvviso si interrompe a causa di fatti strani che durante la notte accadono nella cappella del convento vicino. E la scoperta del mistero porterà scompiglio nella vita delle due poverine: a detta delle monache, Tombo, nottetempo, dopo aver aperto la gabbia ed essersi liberato della catenella che lo vincola, si introdurrebbe nella cappella del monastero, facendo scempio delle ostie consacrate e, insomma, commettendo atti sacrileghi.

È un racconto in cui, con ironia, la scrittura di Landolfi porta per mano tra stanze rese maleodoranti dal senso di chiusura della cultura che le abita. La storia raccontata viene interrotta da continue digressioni, pause, con interstizi retorici in cui la narratrice scava la superficie del racconto, dialogando con il pubblico, alla scoperta di una cultura fatta di superstizione, bigottismo, fede e ipocrite virtù.

INTERPRETE degli ultimi spettacoli di Luca Ronconi, finalista al Premio Ubu 2016, Maria Paiato sarà protagonista di una serata in cui una donna legge il testo di un uomo. Un grande autore del '900 che racconta un secolo appena passato ma già percepito distante. Un secolo che viene restituito nei racconti densi del respiro di un provincialismo impolverato. Tutto in un linguaggio divertito, assai tagliente.

In caso di maltempo lo spettacolo si terrà alla Sala Polivalente del Vecchio Mulino in via Sant’Andrea 2.

Alessandro Faliva
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok