17 febbraio 2019

Spettacoli

Chiudi

01.02.2019

«Ma quali delitti e quali pene» nella Rocca

La regìa dello spettacolo è di Manuel Caldarese e Gianni Rossi
La regìa dello spettacolo è di Manuel Caldarese e Gianni Rossi

«Ma quali delitti e quali pene», atto unico del giovane orceano Manuel Caldarese, debutta oggi per la rassegna «Percorsi Teatrali» (organizzata dal Comune di Orzinuovi e da «Fuori di quinta») alla Sala «Martinazzoli» nella Rocca di Orzinuovi (ore 20.30, ingresso 8 euro). L’attesa per lo spettacolo è crescente: alle due recite inizialmente previste (si replica sabato alla stessa ora) ne è stata aggiunta una terza (domenica alle 16). Si tratta di un vero e proprio esordio per Caldarese, già vincitore di concorsi letterari nazionali con testi teatrali mai comunque finora rappresentati, che firma la regìa assieme a Gianni Rossi, che è anche l’unico attore fisicamente in scena. Per Rossi, pur giovanissimo, si tratta di un’ennesima esperienza sulle scene: ha già lavorato in Italia e in Inghilterra, con artisti del calibro di Alessandro Preziosi e Ryan Ellsworth. IL LAVORO di Caldarese, che i lettori appassionati di pallacanestro di «Bresciaoggi» conoscono per gli articoli sull’Orzibasket, appare impegnativo e accattivante sia sotto l’aspetto propriamente letterario, con un colpo di scena finale degno di tal nome, sia sotto quello registico. Manuel, infatti, ispirandosi forse a Ionesco o a Beckett, con il testo va a spulciare nel privato quotidiano dell’illuminista Cesare Beccaria stuzzicandolo, con sollecitazioni di interlocutori reali o di incubi incontrollati, su temi scottanti sia del suo pensiero classico, come la tortura o il progresso, sia su quelli di stretta attualità come i vaccini. Per quello che riguarda, invece, le applicazioni della messa in scena, i registi paiono divertirsi a mettere a dura prova, sotto il profilo fisico e della reattività, il Rossi-Beccaria alle prese con cinque voci di interlocutori registrate e quindi incalzanti per tempistica ed effetto. Le voci sono quelli di: Tiziana Morzenti, Davide Boldi, Serena Lughignani, Carlo Alghisi e Paolo Massini. Date l’attesa per l’evento e la limitata capienza della sala, è consigliabile la prenotazione. •

Giuseppe Raspanti
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok