Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
22 novembre 2017

Spettacoli

Chiudi

05.09.2017

Sperimentazione e formazione
nel futuro di Residenza Idra

Fra le produzioni: Marco Cacciola in «Io sono.Solo.Amleto.»Davide D’Antonio, direttore artistico di Residenza Idra
Fra le produzioni: Marco Cacciola in «Io sono.Solo.Amleto.»Davide D’Antonio, direttore artistico di Residenza Idra

Residenza Idra, con il trasferimento dello scorso anno negli spazi di MoCa, ha avuto modo di rilanciare la propria attività affermandosi come protagonista della scena teatrale contemporanea, non solo a Brescia ma in tutta Italia, aumentando la sua offerta di cultura.

«Il MoCa – dice Davide D’Antonio, direttore artistico di Residenza Idra – è stato immaginato come un luogo aperto alla contemporaneità attraverso la ricerca e la sperimentazione e noi sentiamo di svolgere il nostro lavoro con questi obiettivi e con la volontà di “connetterci” alle realtà che si muovono nel nostro stesso ambito». E grazie all’aiuto di sostenitori vecchi e nuovi, Residenza Idra ha messo a punto un ricco programma di attività per la stagione 2017-2018, che si articolerà in cinque aree di azione: la formazione, la residenza, la produzione e i progetti specifici sul territorio. Ad aprire i lavori, il «Corso di alta formazione», che ha preso il via nel luglio scorso e proseguirà fino ad aprile 2018. Il corso, riservato a 12 talenti emergenti provenienti da tutta Italia, vuole offrire l’opportunità di sviluppare un proprio progetto sotto la guida di artisti affermati.

PROSEGUIRÀ la collaborazione instaurata tra Idrafactory e Teatro19 che realizzeranno insieme laboratori, corsi, workshop dedicati ad adulti e bambini: nelle due sedi, di MoCa nel centro della città e alla Nave di Harlock a San Polo, ci sarà un’ampia offerta di proposte, a prezzi accessibili in giorni e orari diversi, con ben 11 laboratori rivolti a professionisti e amatori, adulti e ragazzi, condotti da docenti qualificati tra i quali Valeria Battaini, Roberta Moneta, Francesca Mainetti, Giuseppina Turra, Davide D’Antonio, Patrizia Volpe, Jessica Leonello, Alessandro Mor e Daniela Visani.

Giovedì 14, alle 19, allo Spazio Teatro Idra ci sarà un aperitivo di presentazione, seguirà dal 16 al 20 da una serie di lezioni gratuite per testare il proprio interesse (previa prenotazione allo 030291592).

Ancora, nell’ambito della formazione c’è il progetto «NdN- Network Drammaturgia Nuova», che coinvolge una rete nazionale di associazioni teatrali e offre a 5 aspiranti drammaturghi di mettersi alla prova sotto la guida dell’autore Francesco Niccolini (il bando su www.networkdrammaturgianuova.it).

Altre iniziative saranno il Premio per le arti Lidia Pretoni, riservato a compagnie e artisti lombardi under 35, e il Progetto Cura, che offre la possibilità a 6 compagnie nazionali di usufruire di un periodo di residenza di 20 giorni per i loro spettacoli.

Per quanto riguarda la produzione sono previsti tre debutti: due firmati dalla compagnia In Balìa e uno da Image Collective. In due weekend, tra novembre e dicembre, ritornerà il Wonderland Festival, evento di punta della stagione che promette importanti novità; verrà riproposto il circuito teatrale C.i.t.t.à Dolci, e invariato sarà il sostegno a Open Up, il festival dedicato alla cultura omosessuale. Particolare rilievo manterrà il progetto Intimate Bridges, sostenuto dal Mibact e dalla Fondazione della Comunità Bresciana, che vuole stabilire attraverso l’arte e il teatro una relazione tra giovani immigrati di seconda generazione e popolazione autoctona.

Francesco De Leonardis
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok