Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
22 giugno 2018

Spettacoli

Chiudi

21.02.2018

Uno su mille ce la fa: Luca Nencetti alla «Silvio D’Amico»

L’autore dell’intensa immagine dell’attore bresciano Luca Nencetti è il fotografo Alex PlacerLuca Nencetti ha studiato teatro al Gambara con Laura Mantovi
L’autore dell’intensa immagine dell’attore bresciano Luca Nencetti è il fotografo Alex PlacerLuca Nencetti ha studiato teatro al Gambara con Laura Mantovi

Primo step: preparare un monologo e un dialogo in prosa, una canzone e una composizione corporea su base musicale. E subito prima scrematura: 900 candidati ridotti a 48. Quindi una nuova, rigidissima selezione: dieci giorni di esami intensivi durante i quali sperimentare la vita accademica e vedere di nascosto l’effetto che fa. Alla fine solo 24 ammessi e il colpaccio con il miglior punteggio in assoluto l’ha fatto un bresciano, al quale ora si spalancano le porte della prestigiosa Accademia Nazionale D'Arte Drammatica Silvio D'Amico di Roma. EX ALUNNO del Gambara (dove si è diplomato l’anno scorso), lui si chiama Luca Nencetti e la sua passione per il teatro è nata proprio tra i banchi del liceo bresciano: prima frequentando un corso di recitazione diretto da Laura Mantovi, quindi contribuendo alla messa in scena del «Cyrano», in una particolare versione rivisitata con un tocco di sensibilità contemporanea. Tanto è bastato per innescare la scintilla e non si trattava di un fuoco fatuo: ormai a un passo dalla maturità, Nencetti ha infatti deciso di sperimentare un approccio ancora più profondo e intenso con il mondo del teatro, iscrivendosi a «Racconti in scena», corso di recitazione curato dall’omonima compagnia teatrale. Da lì all’idea di provare il grande salto nell’Accademia romana il passo è stato breve, ma non privo di sforzi e ulteriori approfondimenti da autodidatta. Prologo dell’avventura tosta ma esaltante che lo aspetta nella capitale: «La vita in Accademia sarà molto dura, ho già potuto rendermene conto personalmente» osserva il giovane talento forgiato al Gambara, fotografato con maestria da Alex Placer nello scatto che pubblichiamo. Le lezioni si svolgono dalle 9.30 alle 18.30 ogni giorno, esclusa la domenica, per 3 anni. «Si studia tutto ciò che riguarda le arti performative: canto e training vocale, recitazione con diversi professori, registi e attori, poesia, danza e combattimento scenico, musicologia, tecniche di lettura, dizione, drammaturgia... Sono previsti anche diversi spettacoli e l'Accademia organizza ogni anno “Contaminazioni“, uno spettacolo in cui gli alunni presentano drammaturgie, regie e performance inedite e autogestite. Sono consapevole che sarà una bella sfida, ma lavorerò con umiltà e tanta voglia di imparar» conclude. SE IL BUONGIORNO si vede dal test d'ammissione, si prospettano grandi soddisfazioni all'orizzonte dell'attore che verrà. •

Elia Zupelli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok