24 marzo 2019

Sport

Chiudi

22.11.2018

«Una ragazza molto talentuosa ma sfortunata»

Tino Pietrogiovanna, 67 anni: è stato azzurro di sci alpino
Tino Pietrogiovanna, 67 anni: è stato azzurro di sci alpino

Tino Pietrogiovanna è stato il mentore di Elena Fanchini che ha fatto esordire in Coppa del Mondo il 6 gennaio 2005 a Santa Caterina Valfurva, dove nel mese di febbraio ha conquistato l’argento nella libera iridata. Tino Pietrogiovanna è nato a Santa Caterina Valfurva, è stato nella nazionale azzurro a lungo, conquistando due bronzi in Coppa del Mondo nel 1972 e l’anno successivo. Nel 1974 è stato quinto nel gigante di Berchtesgaden dove cinque azzurri hanno chiuso ai primi cinque posti, nella fattispecie Pierino Gros, Gustavo Thoeni, Erwin Stricker, Helmuth Schmalzl. Conclusa l’attività agonistica ha allenato la squadra delle Alpi Centrali, per poi seguire la carriera della conterranea Deborah Compagnoni. Dal 1999 al 2005 è stato il direttore tecnico della nazionale femminile. Appena in tempo per fare debuttare in Coppa del Mondo la sfortunata Elena Fanchini. L’ho convocata per le due libere proprio di Santa Caterina Valfurva perché l’avevo vista in alcune gare e mi aveva impressionato. Era molto scorrevole e nelle curve riusciva ad essere molto veloce. Aveva qualche difficoltà sui salti e sulle piste tecniche qualche volta non riusciva ad esprimersi al meglio. Elena Fanchini ha ottenuto i risultati che lei si aspettava? È difficile rispondere a questa domanda perché sono lontano dalla nazionale da troppo tempo. Sicuramente ha dato molto alla causa azzurra e con gli anni è cresciuta sotto il profilo squisitamente tecnico. L’ha sentita negli ultimi tempi? L’ho vista qualche volta quando veniva a sciare nella nostra zona. Ho mantenuto un buon rapporto sia con lei che con la famiglia: davvero stupenda. Questo infortunio pensa possa precluderle il prosieguo della carriera? Le sorelle Fanchini ci hanno abituato a recuperi prodigiosi. Non so bene se si è fratturata il piatto tibiale o il perone. Nel secondo caso dovrebbe recuperare alla svelta. Difficile però affermare se possa tornare alle gare o no. Il ricordo più bello legato a Elena? Quando ha vinto la medaglia d’argento a casa mia. È stata lei la vincitrice morale con una discesa imperiale. Cosa si sente di dirle in questo momento? Di tenere duro perché nella carriera di uno sciatore purtroppo l’incidente è dietro l’angolo. E anche l’attività agonistica purtroppo prima o poi termina. Mi spiace per quanto le è accaduto proprio a poche settimane dal debutto a Lake Louise, dove nel 2005 sbaragliò la concorrenza. La abbraccio di cuore e le auguro che possa guarire al più presto. Alla nazionale ha dato tanto e chissà non possa avere un ruolo in Fisi in futuro. Ma credo sia presto per parlarne, perché Elena potrebbe pure tornare a schierarsi al cancelletto di partenza.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Brescia
50
Palermo
49
Hellas Verona
46
Lecce
45
Pescara
45
Benevento
43
Perugia
41
Cittadella
40
Spezia
40
Salernitana
34
Cosenza
34
Ascoli
32
Cremonese
31
Livorno
30
Venezia
28
Foggia
27
Crotone
27
Padova
23
Carpi
22
Benevento - Spezia
2-3
Crotone - Lecce
2-2
Foggia - Cittadella
1-1
Hellas Verona - Ascoli
1-1
Livorno - Salernitana
1-0
Padova - Perugia
0-1
Palermo - Carpi
4-1
Pescara - Cosenza
1-1
Venezia - Cremonese
1-1
Brescia - [ha Riposato]