Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
25 maggio 2018

Sport

Chiudi

30.01.2018

Bruni, il pararigori del Torbole Casaglia

Mattia Bruni, portiere classe 1995, alla prima stagione con il Torbole
Mattia Bruni, portiere classe 1995, alla prima stagione con il Torbole

Alessandro Maffessoli Interventi all’incrocio dei pali e prestazioni decisive erano già stati inseriti nel suo giovane ma importante curriculum. Ora Mattia Bruni può riservare una sezione speciale sulla partita di domenica, vinta dal suo Torbole Casaglia nel derby bassaiolo ad Azzano Mella grazie soprattutto ai due calci di rigore neutralizzati agli avversari. Due prodezze compiute nell’arco di un quarto d’ora. «Una sensazione stupenda per me e per la squadra, perché siamo riusciti a vincere una partita importante - racconta il portiere rossoblù -. Non mi era mai capitato di parare due rigori nella stessa partita, né che ce ne fischiassero contro. Però era già accaduto di pararne diversi, già nei campionati giovanili». Domenica pomeriggio si sono dovuti inchinare a Bruni, nell’ordine, il centrocampista Nicola Battagliola e l’attaccante Ionut Gobeje. «Il primo tra l’altro lo conosco molto bene perché io e lui abbiamo una zia in comune e quindi possiamo anche considerarci parenti acquisiti». Mattia Bruni, classe 1995, ricorda nei dettagli gli attimi che lo hanno consacrato a «man of the match» della sfida. «Sul primo rigore sono stato più bravo perché ho intuito la traiettoria fermando un pallone calciato bene e indirizzato nell’angolino basso - analizza il portiere del Torbole -. Nel secondo caso invece sono anche stato favorito da una traiettoria più centrale, ma la soddisfazione è stata identica. E alla fine sono arrivati anche tre punti che speriamo possano aiutarci a crescere ulteriormente come gruppo e come squadra». E poi c’è papà Raul, oggi allenatore della prima squadra. «Questa mia gioia è anche per lui e per i miei compagni, ai quali va interamente la dedica per questi due interventi». LA CARRIERA di Mattia Bruni è iniziata nel Castelmella (fino ai Giovanissimi), a pochi passi da casa, e proseguita tra Fornaci e Lions Capriano negli Allievi. Il biennio alla Juniores del Rodengo Saiano lo ha poi lanciato verso il mondo dei dilettanti: Virtus Rondinelle e Saiano, squadra con la quale, da vice-Pedersoli, ha ottenuto il salto in Promozione dopo la lunga cavalcata nei play-off regionali. Nella scorsa estate è approdato al Torbole. «Ora l’obiettivo diventa chiudere al meglio questa stagione - conclude Bruni, tifoso interista e grande estimatore di Julio Cesar e Neuer - e assemblare ulteriormente questo gruppo molto giovane in previsione del prossimo campionato». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alessandro Maffessoli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Empoli
82
Frosinone
71
Parma
69
Palermo
68
Venezia
66
Bari
64
Cittadella
63
Perugia
60
Foggia
57
Spezia
53
Carpi
52
Salernitana
51
Cremonese
48
Cesena
47
Brescia
47
Pescara
47
Avellino
45
Ascoli
45
Novara
44
Entella
41
Pro Vercelli
40
Ternana
37
Avellino - Spezia
1-0
Brescia - Empoli
0-2
Carpi - Cittadella
1-1
Cremonese - Venezia
5-1
Entella - Frosinone
0-1
Foggia - Salernitana
1-0
Palermo - Cesena
0-0
Parma - Bari
1-0
Perugia - Novara
1-1
Pescara - Ascoli
0-1
Pro Vercelli - Ternana
2-1