Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
24 ottobre 2017

Sport

Chiudi

27.09.2017

DeAngelis, il «centenario» del Ciliverghe

Ciro De Angelis, 27 anni, domenica a Lumezzane con la maglietta celebrativa dei 100 gol in Serie D
Ciro De Angelis, 27 anni, domenica a Lumezzane con la maglietta celebrativa dei 100 gol in Serie D

Ventitrè settembre 2007, campionato di Serie D, girone H. La partita è Horatiana Venosa-Grottaglie, il minuto il 90’, il punteggio 1-0. Enzo Del Rosso, tecnico della squadra ospite, si volta verso la panchina e chiama Ciro De Angelis, 17 anni, aggregato dalla Juniores per la «moria» di attaccanti della prima squadra. Lui entra, corre in avanti, vola su una respinta corta del portiere e pareggia: è il primo gol in Serie D.

Ventiquattro settembre 2017, stessa categoria, girone B, terzo minuto. Dieci anni e un giorno dopo, De Angelis sbuca ancora dal nulla, raccoglie una ribattuta e buca il portiere. Il gol, che vale tutto il bottino e aggiudica al Ciliverghe il primo derby stagionale con il Lumezzane, è il suo centesimo.

FINITA la partita sbuca pure la maglia celebrativa: «100 volte D Ciro». «Antonello Longo, il mio procuratore, voleva che la indossassi sotto la divisa durante la gara - racconta l’attaccante del Ciliverghe -. Ma noi del sud siamo gente scaramantica. Sai mai di tirarti addosso la jella e non segnare più nemmeno un gol. Così ho deciso di lasciarla in panchina e metterla dopo la vittoria».

Giunto al traguardo dei 100 gol, De Angelis si è voltato a guardare il passato: «La mia carriera ha vissuto due fasi opposte - dice -. La prima nella mia terra, a Grottaglie, prima da giovane aggregato e poi in prima squadra. La seconda al nord, eccetto una parentesi con la Vibonese».

Il Mezzocorona lo ha catapultato nel girone B a 22 anni. Voghera e Alzano Cene ne hanno completato il cursus honorum. Il Ciliverghe e il Caravaggio lo hanno trasformato in un realizzatore prolifico in 3 stagioni. Con i bergamaschi sono 28 le reti negli ultimi due campionati. In gialloblù sono già 13 in 37 gare: «Un buon bottino che voglio incrementare già dalla prossima gara - assicura -. Un attaccante vive per il gol e io lavoro ogni giorno per gonfiare la rete per il Ciliverghe».

Già, il Ciliverghe... La storia con i gialloblù ha ripreso il suo corso dopo essersi interrotta due stagioni fa, quando l’arrivo di Bertazzoli gli tolse la titolarità: «In quell’estate ho fatto scelte precise e mi sono trasferito al Caravaggio - ricorda - Quando ho avuto la possibilità di tornare non ci ho pensato due volte. In questa società sto bene, ho ritrovato compagni con cui ero stato e ho a che fare con dirigenti che mi fanno sempre sentire importante. È un ambiente che mi dà la carica».

LA SQUADRA, a onor del vero, è profondamente diversa rispetto a quella che conosceva un tempo: «Ma che sa di avere delle frecce da scagliare e come lanciarle - assicura l’attaccante tarantino -. Quattro anni fa avevamo un gruppo di grande valore ma ci ritrovammo con un punto dopo 7 gare. Ora stiamo trovando equilibrio e assetto, ma abbiamo già iniziato meglio. Possiamo solo migliorare per continuare a dire la nostra anche nei prossimi mesi».

Le condizioni per crescere ci sono tutte. E anche per continuare a sognare: «Non sono uno che fa grandi voli con la mente - dice -. I cento li desideravo, ma non me li ero mai posti come obiettivo. Qualcuno mi dice che potrei tentare l’avventura nel professionismo ma sono convinto che nel calcio di oggi servano tante qualità per reggere l’urto di certe categorie. Per completarmi continuo ad allenarmi e penso alla prossima partita. Se poi arrivasse una chiamata di peso ne sarei onorato». Chissà che tra 10 anni non possa festeggiare il 200° gol tra i prof.

Alberto Armanini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Empoli
17
Venezia
17
Cremonese
16
Bari
16
Pescara
16
Frosinone
16
Novara
16
Palermo
15
Carpi
15
Parma
14
Salernitana
13
Perugia
13
Cittadella
13
Avellino
13
Spezia
13
Brescia
13
Entella
12
Ternana
11
Foggia
11
Pro Vercelli
10
Ascoli
10
Cesena
8
Ascoli - Spezia
Avellino - Pro Vercelli
Brescia - Bari
2-1
Carpi - Palermo
Cittadella - Venezia
Empoli - Pescara
Foggia - Parma
Frosinone - Ternana
Novara - Salernitana
Perugia - Cesena
Entella - Cremonese