Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
19 dicembre 2018

Sport

Chiudi

10.11.2017

Feralpi

La delusione di Emerson e Capodaglio: per la Feralpi Salò una sconfitta pesante
La delusione di Emerson e Capodaglio: per la Feralpi Salò una sconfitta pesante

Le tre gare di seguito al Turina non portano bene alla Feralpi Salò che, dopo avere battuto il Gubbio 2-1 grazie a un rigore trasformato da Guerra in pieno recupero, ha impattato 2-2 col Padova al termine di una gara vibrante e perso 1-2 con la Fermana, a causa di una prestazione modesta. In precedenza i gardesani avevano disputato tre partite interne consecutive nel campionato 2014-15, tutte terminate col punteggio di 0-0: con l’Arezzo il 15 marzo, col Mantova venerdì 20 e col Renate domenica 29, ai tempi di Beppe Scienza.

CON LA FERMANA la Feralpi Salò ha sperperato un’occasione irripetibile. Avrebbe potuto collezionare il nono risultato utile, e invece è stata beffata al 90’ da una conclusione del brasiliano Da Silva, ex Brescia, servito involontariamente dal connazionale Emerson, che ha commesso un errore incredibile, non da leader del suo calibro. Così la squadra di Michele Serena è rimasta ferma a quota 17, numero che evidentemente mena gramo. Occupa l’ottavo posto, a una lunghezza di distacco dalla Triestina di Andrea Bracaletti (18), a quattro dal Pordenone (21), sconfitto a Reggio Emilia, a cinque dal Renate (22), che ha pareggiato a Vicenza, a sei dal Padova (23). La capolista, guidata da Pierpaolo Bisoli, è stata l’unica vincere, in una giornata caratterizzata dai passi falsi delle grandi. La Samb dell’ex Luca Miracoli, ad esempio, ha perso in casa col modesto Sudtirol, e l’allenatore Francesco Moriero ha dovuto far le valigie: al suo posto, Eziolino Capuano, appena uscito dal buio del tunnel-Modena.

Con i tre punti la Feralpi Salò sarebbe salita al quarto posto, un piazzamento di notevole rilievo. Col ko resta invece confusa nel gruppo di metà di classifica, con dati per nulla esaltanti: 8° per punti racimolati in casa (9), 8° per quelli in trasferta (8), 7° per gol segnati (13), 9° per reti subite (12), 7° sia come numero di vittorie (4) che di sconfitte (3). L’obiettivo di viaggiare tra le prime quattro-cinque sta sfumando, anche se il direttore generale Francesco Marroccu assicura che una battuta d’arresto equivale soltanto ad una battaglia persa, a un banale incidente di percorso: l’importante è imporsi nella guerra finale.

SULLO SCIVOLONE hanno pesato le scelte effettuate (rispetto alla gara precedente, contro il Padova, sono stati tenuti in panchina ben 6 elementi), e il modulo adottato. Dopo avere lavorato a lungo sul 3-5-2, ed essere ultimamente passato al 4-3-1-2, stavolta Serena ha proposto il 4-3-3, disorientando però chi è sceso in campo. Il vantaggio conseguito da Mattia Marchi con una spettacolare girata al volo su angolo di Emerson ha illuso, ma è stato subito bilanciato dal guizzo di Sansovini. E la squadra verde blù, che nei 45’ iniziali non si era mai resa pericolosa, non è più riuscita a prendere in mano il bandolo della matassa. Probabile che domenica, a Bassano, l’allenatore ritorni alla formazione-base, e ottenga un risultato positivo. Resta però il fatto che resta incomprensibile la caduta di fronte a un ostacolo non insormontabile. Risultati così altalenanti non inducono all’ottimismo, e a guardare con ottimismo al futuro.

Sergio Zanca
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Palermo
30
Brescia
27
Lecce
26
Pescara
26
Cittadella
25
Hellas Verona
25
Benevento
22
Perugia
22
Spezia
21
Venezia
20
Ascoli
20
Salernitana
20
Cremonese
19
Cosenza
15
Crotone
13
Carpi
13
Foggia
12
Padova
11
Livorno
10
Ascoli - Cittadella
1-1
Brescia - Lecce
2-1
Carpi - Salernitana
3-2
Cosenza - Benevento
0-0
Crotone - Venezia
1-1
Foggia - Cremonese
3-1
Hellas Verona - Pescara
3-1
Palermo - Livorno
1-1
Perugia - Spezia
1-1
Padova - [ha Riposato]