Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
22 febbraio 2018

Sport

Chiudi

07.11.2017

Filippini e il
Trento: «Grande
entusiasmo»

Antonio Filippini: la sua carriera di allenatore riparte sulla panchina del Trento in Serie D
Antonio Filippini: la sua carriera di allenatore riparte sulla panchina del Trento in Serie D

Assist di Emanuele, gol di Antonio. E’ la stessa scena vista nel 2005 in un Lazio-Inter, solo tradotta dal campo alla panchina. In questo modo: Emanuele batte sonoramente il Trento con il suo Rezzato, i gialloblù esonerano Roberto Vecchiato e scelgono Antonio. Filippini, ovviamente. Passano gli anni, cambiano i ruoli, eventualmente cade qualche capello ma l’intesa tra i gemelli è sempre la stessa. E funziona a meraviglia.

La notizia era nell’aria già domenica sera ma ieri pomeriggio è divenuta ufficiale: Antonio Filippini è il nuovo allenatore del Trento. Un anno e un mese dopo l’esonero shock di Lumezzane, ecco «il predestinato della panchina» (definizione di Vincenzo Greco, ex diesse rossoblù) tornare finalmente in pista. La categoria non è più la Serie C, persa quell’11 ottobre del 2016, ma la D. In una piazza ambiziosa che sta facendo i conti con risultati non all’altezza delle aspettative: «Ma è una sfida stimolante tanto quanto quella vissuta in Valgobbia - assicura il neo-allenatore del Trento -. C’è molto lavoro da fare, ci sarà da rimboccarsi le maniche e bisognerà cercare di ottenere risultati utili quanto prima. L’entusiasmo? E’ alle stelle. Non vedevo l’ora di tornare ad allenare e di potermi confrontare con una nuova realtà». Per ora però niente voli pindarici: «Dobbiamo pensare alla salvezza - assicura Filippini -. Il girone è complesso e le avversarie sono molto attrezzate». Non soltanto il Rezzato del fratello Emanuele, contro cui giocherà tra un girone esatto, ma pure tutto il resto della ciurma. Chi sta dietro e chi immediatamente davanti. E pure il Lumezzane. La partita è lontanissima e si giocherà al Briamasco, quindi sarà vissuta con maggiore distanza emotiva, ma è certo che da parte del neo tecnico gialloblù ci sia voglia di rivalsa.

A TRENTO Filippini non ci va da solo ma con il fedele Paolo Quartuccio, molto più che un vice: patentino Uefa A, collaboratore del gemello a Salò e Lumezzane, una salvezza miracolosa a Rodengo Saiano in Promozione, come plenipotenziario della panchina franciacortina. Lui la vede così: «Abbiamo l'entusiasmo e la voglia di fare in una società che si trova in questa categoria per sbaglio. Cercheremo di portare le nostre idee per migliorare subito la classifica». In rossoblù i due hanno fatto cose mirabili, centrando un obiettivo che nessuno riteneva possibile e rimanendo sempre in linea con i programmi societari anche nella prima parte del campionato successivo. Poi il crack, la rottura con il presidente Cavagna, l’esonero e la chiamata di Luciano De Paola. Guardacaso un ex Trento che non riuscì a salvare la squadra dalla retrocessione in Eccellenza. Acqua passata, ormai. Il presente è un mandato da allenatore che inizia oggi con il primo allenamento a Mattarello e dovrà portare alla conquista della permanenza in categoria. La prima tappa è la sfida con il Calcio Romanese di Aldo Nicolini, guardacaso un altro ex Lume. Quindi Grumellese e la Pro Patria, giustiziata a suo tempo da Filippini in un confronto-chiave tra i professionisti. Chissà che stavolta un’eventuale vittoria possa diventare un assist di Antonio per Emanuele.

Alberto Armanini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Empoli
49
Frosinone
49
Palermo
43
Cittadella
41
Bari
41
Venezia
39
Cremonese
37
Parma
37
Spezia
36
Carpi
36
Pescara
35
Perugia
34
Foggia
34
Novara
31
Salernitana
31
Brescia
30
Avellino
30
Entella
28
Cesena
28
Pro Vercelli
26
Ascoli
23
Ternana
22
Brescia - Ternana
3-1
Cesena - Cittadella
0-1
Cremonese - Bari
0-1
Empoli - Parma
4-0
Entella - Pescara
0-0
Foggia - Carpi
3-0
Frosinone - Ascoli
2-0
Novara - Spezia
1-1
Perugia - Palermo
1-0
Salernitana - Pro Vercelli
0-0
Venezia - Avellino
3-1