Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
22 giugno 2018

Sport

Chiudi

20.02.2018

Gilberti viaggia in 500: «Il segreto?Volersi bene»

Giovanni Gilberti con la dedica speciale della sua famiglia per le 500 panchine in carriera
Giovanni Gilberti con la dedica speciale della sua famiglia per le 500 panchine in carriera

«Gilberti? Lontano dalla Pedrocca non farà più nemmeno una panchina». Quando ci si lega a una società, a un ambiente e a una squadra in modo così profondo, si rischia senza volerlo di alimentare certe malelingue. Quelle che giravano sul conto di Giovanni Gilberti nel maggio 2014, dopo l’ultima presenza con i biancorossi in Eccellenza, suonavano come una maledizione. Invidia mascherata da perfidia. I suoi detrattori, per di più gente che si era ritrovata senza punti dopo aver provato sulla propria pelle l’effetto-Pedrocca, erano pronti a scommettere che lontano da lì non avrebbe più trovato spazio. Chi glielo dice che a soli tre anni di distanza ha tagliato il traguardo delle cinquecento panchine in carriera? SI PUÒ seminare nel giardino di casa, allenare nella società guidata da un padre-presidente, avere la stima dell’ambiente e non dover temere l’esonero, ma i frutti si può anche andare a raccoglierli altrove. A Castrezzato, precisamente. La cinquecentesima panchina di Gilberti, 52 anni il prossimo 1 dicembre, è arrivata domenica con i biancoblù nel campionato di Prima categoria, avversario la Pagazzanese. Partita strana, in pugno fino al 93’ e poi compromessa per una sassata inattesa. Il 2-2 finale ha avuto un effetto anestetico e pareva avergli tolto la voglia di festeggiare. «Sono tornato a casa arrabbiato - racconta -. Poi però tutto si è risolto in un sorriso e in una bella festa». Silvana, Francesca e Anna, rispettivamente moglie e figlie, gli hanno preparato una sorpresa. «Loro subiscono ogni giorno i miei mal di pancia per il calcio, ma sono le prime con cui condivido le gioie - spiega -. Al mio rientro ho trovato una festa a sorpresa che ha fatto passare in secondo piano il pareggio sciagurato». IN TUTTI questi anni Gilberti non ha impartito chissà quali lezioni di tecnica o tattica. I suoi successi li ha costruiti soprattutto grazie al feeling umano con calciatori e dirigenti. Alla Pedrocca, casa sua, ha conosciuto la retrocessione in Prima e il doppio salto in Eccellenza, con tanto di quinto posto e miglior risultato di sempre. Con San Michele, Maclodio, Aurora Travagliato, Capriolese e Castrezzato ha sperimentato alti e bassi, amori e incomprensioni. Tutta roba genunina. «Gli esoneri fanno parte del gioco e li ho sempre accettati - confessa -. Ciò che non ho mai digerito sono state la mancanze dal punto di vista umano. Per vincere bisogna essere affiatati». È il motivo per cui a Castrezzato sta facendo grandi cose. «Il nostro secondo posto è frutto di una simbiosi totale - puntualizza -. I giocatori mi vogliono bene, abbiamo un gruppo straordinario e la dirigenza è la prima a farmi sentire importante, a sostenermi nei momenti negativi e applaudirmi dopo i buoni risultati. Vorrei ripagarli con un finale di stagione alla grande. Qui ci sono tutti gli ingredienti per replicare ciò che mi è riuscito alla Pedrocca». E, chissà, per aprire un ciclo. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alberto Armanini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Empoli
82
Frosinone
71
Parma
69
Palermo
68
Venezia
66
Bari
64
Cittadella
63
Perugia
60
Foggia
57
Spezia
53
Carpi
52
Salernitana
51
Cremonese
48
Cesena
47
Brescia
47
Pescara
47
Avellino
45
Ascoli
45
Novara
44
Entella
41
Pro Vercelli
40
Ternana
37
Avellino - Spezia
1-0
Brescia - Empoli
0-2
Carpi - Cittadella
1-1
Cremonese - Venezia
5-1
Entella - Frosinone
0-1
Foggia - Salernitana
1-0
Palermo - Cesena
0-0
Parma - Bari
1-0
Perugia - Novara
1-1
Pescara - Ascoli
0-1
Pro Vercelli - Ternana
2-1