19 gennaio 2019

Sport

Chiudi

08.02.2018

Guerra-Gerardi: per la Feralpisalò sarà la sfida del gol

Simone Guerra: l’attaccante piacentino è nato il 30 agosto 1989Federico Gerardi: l’attaccante di Pordenone è nato il 10 dicembre 1987
Simone Guerra: l’attaccante piacentino è nato il 30 agosto 1989Federico Gerardi: l’attaccante di Pordenone è nato il 10 dicembre 1987

Sergio Zanca Sabato allo stadio Bottecchia il confronto Pordenone-Feralpi Salò racchiuderà il duello tra due attaccanti di rango: Federico Gerardi, nelle file dei friulani, e Simone Guerra, tra i gardesani. Guerra ha siglato 12 gol, ma non è più il leader della serie C. Nel girone A Vantaggiato (Livorno) e Ragatzu (Olbia) sono infatti saliti a quota 13, la stessa raggiunta nello scorso campionato da Guerra, quando aveva come compagno proprio Gerardi. Nel girone di andata Simone ha fatto sfracelli, andando a segno contro la Reggiana al Mapei Stadium (doppietta), la Sambenedettese, il Fano (altra doppietta), il Vicenza, il Ravenna, il Gubbio (su rigore), il Padova (ancora dal dischetto, l’AlbinoLeffe e il Sudtirol. Ma nel girone di ritorno il ragioniere piacentino ha graffiato appena una volta, a Meda, contro il Renate. Al tirar delle somme, nelle ultime sei partite ha realizzato appena un gol, rallentando la sua corsa. Anche perché le necessità tattiche inducono spesso l’allenatore Serena a modificargli la posizione in campo, spostandolo dal ruolo di punta a quello di trequartista. Muoversi lontano dall’area e dal portiere avversario lo rende meno pericoloso, pur consentendogli di sfornare preziosi assist per i compagni: «Ma a me non interessa se sono io o qualcun altro a fare gol: l’importante è che il risultato della squadra sia positivo». Ritirato dal mercato di gennaio, Guerra sa di avere addosso gli occhi di società di B, a cominciare da Cittadella e Brescia, pronte a tesserarlo la prossima estate. Col presidente Giuseppe Pasini e il direttore Francesco Marroccu ha firmato un contratto fino al 30 giugno 2019 che, al momento, intende onorare. Intanto a Pordenone va a caccia del 13, che gli permetterebbe di uguagliare il record 2016-17: vetta raggiunta in passato solo da Luca Miracoli. L’ANNO SCORSO, sul lago, Gerardi, che è di Pordenone, ha firmato 8 gol, alcuni decisivi: a Bolzano col Sudtirol, a Parma, con la Maceratese, a Bassano, col Santarcangelo. Questa estate ha accettato le offerte dei suoi concittadini, iniziando alla grande: incornata col Sudtirol alla seconda giornata, altra acrobazia col Bassano (4^), ribattuta sotto misura col Teramo (5^), da pochi passi a Bergamo con l’AlbinoLeffe (9^), guizzo col Mestre (10^). Cinque reti che, in proiezione, lo avrebbero portato a conseguire un bottino di almeno 15 al termine della stagione. Senonché il 25 ottobre è finito all’ospedale di Fano per una sublussazione alla spalla, che lo ha obbligato a tre mesi di cure mediche. È rientrato per una ventina di minuti sia col Fano il 20 gennaio che col Bassano (il 27) e a Teramo (il 3 febbraio). Sabato dovrebbe ripartire titolare; «Non sono recuperato al cento per cento, l’infortunio è stato particolarmente doloroso –ha confessato Gerardi, che nel periodo settembre/ottobre aveva confezionato numerosi assist, aprendo i varchi col suo fisico possente-. Ma stringo i denti perché è necessario uno sforzo da parte di tutti. La forma tornerà di allenamento in allenamento, e di partita in partita. Devo solo giocare. Cerco di aiutare i compagni e il gruppo anche con l’esperienza. Ho passato mesi duri: oltre al guaio alla spalla, mi ha fatto soffrire vedere la squadra dalla tribuna, e non poterla aiutare. Adesso sono finalmente tornato in gruppo, e darò il massimo». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Sergio Zanca
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Palermo
37
Brescia
32
Pescara
32
Hellas Verona
30
Lecce
30
Benevento
29
Salernitana
27
Spezia
26
Cittadella
26
Perugia
26
Ascoli
24
Cremonese
22
Venezia
21
Cosenza
19
Carpi
17
Livorno
15
Foggia
13
Crotone
13
Padova
12
Carpi - Foggia
Cosenza - Ascoli
Crotone - Cittadella
Lecce - Benevento
Padova - Hellas Verona
Palermo - Salernitana
1-2
Perugia - Brescia
Pescara - Cremonese
Spezia - Venezia
Livorno - [ha Riposato]