Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
13 dicembre 2018

Sport

Chiudi

30.12.2017

La Feralpi Salò è senza botto Resta solo l’amarezza finale

Raffaele Alcibiade a contrasto con Giuseppe UngaroTesta bassa per i giocatori della Feralpi Salò: solo delusione sul campo di MedaE l’anno si chiude con un passo indietro in classifica: dal terzo al quarto posto
Raffaele Alcibiade a contrasto con Giuseppe UngaroTesta bassa per i giocatori della Feralpi Salò: solo delusione sul campo di MedaE l’anno si chiude con un passo indietro in classifica: dal terzo al quarto posto

Sergio Zanca MEDA Nel rigore del clima invernale e su un terreno ghiacciato, ha deciso un rigore a favore del Renate, per un tocco col braccio di Staiti, sulla cui volontarietà ci sarebbe molto da discutere. Il centrocampista, mentre corre a fianco di Lunetta, appena dentro l’area, in posizione esterna, si vede carambolare il pallone sul tentativo di cross dell’ala. I due sono molto vicini. L’arbitro non ha dubbi, e indica il dischetto. Gomez trasforma. È ancora lui a risolvere, proprio come nell’andata. La Feralpi Salò perde 1-2, e se ne torna a casa col rammarico di avere sperperato una grande occasione. Dopo avere preso in mano le redini fin dall’inizio, non riesce a concretizzare. Per volume di gioco e intraprendenza avrebbe sicuramente meritato di ottenere almeno un punticino. E invece chiude il 2017 con la seconda sconfitta esterna consecutiva, con lo stesso punteggio di Trieste (1-2). Il brasiliano Emerson, l’unico a essere sempre sceso in campo, dal primo all’ultimo minuto, ha lasciato il posto ad Alcibiade, e la fascia di capitano a Ranellucci. Il modulo degli ultimi tempi, il 4-3-1-2, viene leggermente modificato, con Voltan un po’ più esterno. Mattia Marchi va in panchina, pronto a entrare in caso di necessità. Il Renate, impostato sul 4-3-3, lo schema che consente di offrire una manovra spumeggiante, è condotto da Roberto Cevoli, che ha vissuto anche un’esperienza all’estero, sulla panchina del Durazzo, in Albania, dall’estate 2016 allo scorso gennaio. TERRENO DURISSIMO, ricoperto da un sottile strato di ghiaccio. Le due squadre cominciano con cautela, senza spingere più di tanto. Badano a controllarsi a vicenda, evitando di sbilanciarsi. Il primo brivido lo procura Staiti al quarto d’ora, con una fiondata da 30 metri, parata. Risponde Vannucci, con una sventola da lontano, che si perde di poco a lato. Al 23’ la prima, vera occasione dell’incontro. Sull’invitante cross di Martin da sinistra, Guerra, bene appostato, sfiora di testa, mancando l’impatto col pallone. Il Renate, che finora non è mai entrato in area, colpisce a sorpresa: su un lungo cross da destra di Anghileri, Gomez appoggia verso Lunetta, che sempre in acrobazia insacca da pochi passi. La Feralpi Salò reagisce subito e sfiora il pareggio con Voltan, che, dopo un batti e ribatti su angolo di Dettori, impegna severamente Di Gregorio. I gardesani raggiungono l’1-1 al 32’, su un’azione simile a quella che ha consentito ai padroni di casa di sbloccare: traversone di Martin, deviazione di testa di Ferretti, e girata di Guerra, davanti al portiere. POCO DA SEGNALARE nella ripresa. La Feralpi Salò mantiene l’iniziativa, senza mai andare alla conclusione. I centrocampisti scandiscono il passo, e premono con disinvoltura. Ma non trovano mai il varco né l’assist decisivo. Il Renate respinge colpo su colpo, restando nella propria metà campo. L’impressione è che attenda il momento buono per pungere. E l’occasione arriva su rigore, assai contestato: Gomez segna e fa esultare i suoi. Al 35’ Ferretti avrebbe la palla gol per rimediare, ma strozza il tiro. La Feralpi Salò chiude con tutti gli attaccanti a disposizione (Guerra, Ferretti, Mattia Marchi, Jawo, Luche), ma i padroni di casa, che dispongono della migliore difesa del girone, non cedono. E l’anno si chiude con un passo indietro in classifica: dal terzo al quarto posto. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Palermo
29
Lecce
26
Pescara
26
Cittadella
24
Hellas Verona
22
Brescia
21
Benevento
21
Perugia
21
Spezia
20
Salernitana
20
Cremonese
19
Ascoli
19
Venezia
19
Cosenza
14
Crotone
12
Padova
11
Carpi
10
Foggia
9
Livorno
9
Benevento - Hellas Verona
0-1
Cremonese - Cittadella
0-0
Lecce - Perugia
0-0
Livorno - Foggia
3-1
Padova - Palermo
1-3
Pescara - Carpi
2-0
Salernitana - Brescia
Spezia - Cosenza
4-0
Venezia - Ascoli
1-0
Crotone - [ha Riposato]