Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
11 dicembre 2018

Sport

Chiudi

23.12.2017

Reparti, singoli e mentalità: cresce tutto

Ernesto Torregrossa braccato dai difensori dell’Empoli FOTOLIVE
Ernesto Torregrossa braccato dai difensori dell’Empoli FOTOLIVE

Non ci si sbagliava, alla vigilia, quando si parlava del Brescia in progresso nelle ultime 3 partite - Salernitana, Frosinone, Cittadella -, indicazioni confortanti che valgono molto più dei 4 punti raccolti. Il pareggio di Empoli ha un peso specifico ancora maggiore, e non è solo una questione numerica. Intanto, la mentalità: contro una delle corazzate cadette, facilitata dal paracadute che premia (protegge) economicamente chi retrocede dalla massima serie, il Brescia ha giocato a viso aperto, senza timori. Ha iniziato coprendo bene gli spazi e, con il passare dei minuti, è uscito sempre più di frequente dal guscio. E nel secondo tempo, dopo il vantaggio dell’Empoli firmato da Zajc al 3’, il Brescia ha saputo rispondere colpo su colpo, prendendosi i rischi di chi attacca ma tenendo costantemente in apprensione la difesa toscana. I progressi sono evidenti sia nei movimenti collettivi dei reparti che nella resa dei singoli. La difesa, ad esempio, è molto più compatta anche perché i centrocampisti partecipano con maggiore efficacia alla fase di copertura. Marino in Toscana ha rispolverato Ndoj, che ha risposto presente e fatto quantomeno pensare chi non lo vorrebbe vedere più su questi schermi da gennaio. L’albanese ha mostrato personalità, si è sempre fatto trovare pronto nel riconquistare il pallone, ha tentato più volte la soluzione personale con sortite in area altrui. A questo proposito, le parole nel dopogara di Ernesto Torregrossa («Ci sentiamo più sicuri, ora proviamo giocate che prima nemmeno ci sognavamo») sono pienamente confermate dalla rivisitazione della gara. A Empoli più di un giocatore ha cercato il colpo mai fine a se stesso - e questo è importante - ma comunque imprevedibile, spiazzante. Cancellotti ha avviato l’azione dell’1-1 con una verticalizzazione da rifinitore e, nel primo tempo, ha servito Torregrossa con un cross dopo aver cambiato passo e saltato di netto uno come Pasqual, non l’ultimo arrivato. DA TEMPO non si vedeva Bisoli cercare in continuazione l’area avversaria. E la coppia Torregrossa-Caracciolo, nei movimenti, nell’attaccare gli spazi, si è mossa da reparto. Ciò che è piaciuto di più del Brescia, a Empoli, è la mentalità. Già a Frosinone, nonostante la sconfitta, i biancazzurri erano stati capaci di costruire 4 palle-gol, tra cui una traversa colpita da Caracciolo. In Toscana il numero delle occasioni è stato lo stesso (3 con Torregrossa e una con l’Airone) più la rete di Torregrossa. Dopo l’1-1 il Brescia ha giocato per vincere e, per buona parte dei 3 minuti conclusivi di recupero, ha tenuto l’Empoli, che giocava in casa, nella sua metà campo. Il neo è l’ancora scarsa confidenza con la vittoria. Numericamente parlando il ruolino di Marino è tutt’altro che esaltante: 13 punti in 12 partite, 3 successi, 4 pareggi e 5 sconfitte. Dopo la doppietta Bari-Pescara di fine ottobre, il Brescia ha vinto solo una delle ultime 8 partite. E, se dovesse battere l’Ascoli giovedì sera al Rigamonti, girerebbe a quota 26, un punto in meno rispetto all’anno scorso, quando in panchina c’era Cristian Brocchi. I conti si fanno alla fine. Un anno fa la tendenza era al peggioramento, come poi confermato nella prima parte del ritorno. Ora il borsino del Brescia è in rialzo. Ma giovedì sera sarebbe opportuno tornare a vincere. • V.C. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Palermo
29
Lecce
26
Pescara
26
Cittadella
24
Hellas Verona
22
Brescia
21
Benevento
21
Perugia
21
Spezia
20
Salernitana
20
Cremonese
19
Ascoli
19
Venezia
19
Cosenza
14
Crotone
12
Padova
11
Carpi
10
Foggia
9
Livorno
9
Benevento - Hellas Verona
0-1
Cremonese - Cittadella
0-0
Lecce - Perugia
0-0
Livorno - Foggia
3-1
Padova - Palermo
1-3
Pescara - Carpi
2-0
Salernitana - Brescia
Spezia - Cosenza
4-0
Venezia - Ascoli
1-0
Crotone - [ha Riposato]