Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
26 aprile 2018

Sport

Chiudi

27.12.2017

Bragaglio cancella lo stop «Grande gruppo: si riparte»

Livio Proli, presidente dell’EA7 Milano, e Graziella BragaglioMarcus Landry cerca di farsi largo nella munita difesa dell’Olimpia Milano SERVIZIO FOTOLIVE / CLAUDIO GRASSI
Livio Proli, presidente dell’EA7 Milano, e Graziella BragaglioMarcus Landry cerca di farsi largo nella munita difesa dell’Olimpia Milano SERVIZIO FOTOLIVE / CLAUDIO GRASSI

Alberto Banzola MILANO Sorride. Ma dentro si capisce che sia parecchio delusa: Graziella Bragaglio, presidentessa del Basket Brescia Leonessa, accarezza a lungo il pensiero di espugnare il forum di Assago. Per quella che sarebbe stata la prima affermazione bresciana in 13 partite contro l’Olimpia. Ma così non è. «Peccato, peccato davvero - dichiara la numero 1 di via Bazoli -. Ma questa sconfitta con una grandissima rimonta, è il segnale che la squadra c'è. E che abbiamo un grande gruppo». Alla quarta sirena il patron Matteo Bonetti, marito della presidentessa, fugge nel tunnel degli spogliatoi, arrabbiatissimo. Resta Graziella Bragaglio: «Abbiamo pagato tanti piccoli errori e la loro somma ci è costata la partita», spiega. LA CONSOLAZIONE, neppure tanto magra, è quella cantata dai tifosi a fine partita: «Siamo arrivati da capolista e ripartiam / torniamo a casa da capolista». A lungo Bragaglio si intrattiene con il presidente di Milano, Livio Proli. Giorgio Armani, il patron, non era presente ieri: «Proli si è complimentato con noi per il seguito di tifosi che si sono presentati al Forum - dice orgogliosa la numero uno del Basket Brescia -: un simbolo della bontà del nostro progetto, secondo Proli. Siamo veramente felici di questi attestati». E proprio sulla presenza bresciana si sofferma la Bragaglio: «È stato un bel momento di orgoglio aver visto mezzo palasport in piedi ad incitare la Leonessa». All’improvviso riappare Matteo Bonetti: «Sono deluso, perché sono occasioni che non vanno sprecate», le prime parole del patron della Leonessa. Il sogno di espugnare Milano è svanito dalle mani: «Dobbiamo imparare ad essere più cinici: non si possono buttare via vantaggi del genere in momenti cruciali e possessi che ti cambiano la partita». Il riferimento è alla palla rubata da Pascolo a Marcus Landry: «Non possiamo permetterci quei giri a vuoto nei momenti topici della partita», ribadisce Bonetti. Il mese di dicembre si era aperto con la sua tripla di Desio che aveva regalato la vittoria con Cantù e si è chiusa con lo 0/2 dall’arco di Assago. Nessuno in casa Bonetti-Bragaglio cerca capri espiatori, ma il campionato dell’Mvp della scorsa stagione non sta convincendo fino in fondo: «Abbiamo fatto tanti sacrifici per confermarlo: ci attendiamo qualcosa di più da parte sua», tuona Bonetti. ANCHE LE CHIAMATE finali dei signori in grigio lasciano qualche dubbio: «Sì, qualche scelta è stata discutibile», sottolinea Bonetti, mentre i tifosi a fine partita esternano il proprio disappunto. Graziella Bragaglio richiama l’ambiente all’unione e predica calma: «Non dobbiamo perdere la nostra energia: ritorniamo in palestra e pensiamo al derby con Cremona ed a caricare il pala George». Perché da qui al termine del girone d’andata (mancano 3 giornate) il palasport monteclarense giocherà un ruolo fondamentale: 2 nella Bassa contro Cremona e Pistoia, una in trasferta a Torino: «La sfida contro Torino sarà difficilissima: per questo pensiamo a ricaricare le batterie e mantenere il fortino del nostro palasport: il pubblico e la sua spinta hanno un’importanza fondamentale». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Empoli
76
Palermo
63
Parma
63
Frosinone
62
Perugia
57
Venezia
57
Bari
57
Cittadella
55
Foggia
51
Carpi
49
Spezia
47
Brescia
46
Salernitana
44
Cremonese
43
Pescara
42
Novara
40
Avellino
40
Entella
40
Cesena
39
Ascoli
39
Ternana
37
Pro Vercelli
34
Brescia - Cesena
0-0
Cremonese - Ascoli
1-2
Entella - Pro Vercelli
3-2
Foggia - Bari
1-1
Frosinone - Empoli
2-4
Novara - Venezia
1-3
Palermo - Avellino
3-0
Parma - Carpi
2-1
Perugia - Ternana
2-3
Pescara - Spezia
3-2
Salernitana - Cittadella
1-3