Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
sabato, 22 settembre 2018

Germani, corso
accelerato di Eurocup
con i vincitori

David Moss, 35 anni, capitano della Germani: è arrivato a Brescia nel mese di marzo del 2016 FOTOLIVE

Una sfida dal carattere internazionale, ma soprattutto una sorta di passaggio di consegne tra i campioni di Eurocup e la matricola. È il leit motiv della sfida di sabato sera (ore 20) che vedrà in campo al PalaLumenergia di Lumezzane la Germani Brescia e la formazione turca del Darussafaka che la scorsa stagione, guidata da David Blatt, ha trionfato nella seconda competizione europea per club. E proprio l’Eurocup segnerà il battesimo europeo della Germani, inserita nel girone in cui affronterà l’As Monaco, l’Andorra (fresca vincitrice della Lega catalana con l’ex Michele Vitali Mvp della finale contro il Barcellona), i turchi del Galatasaray, i serbi della Stella Rossa e i tedeschi dell’Ulm. E contro la squadra che giocherà in Eurolega la prossima stagione, sabato sera arriverà il test più probante, al ritorno davanti della Leonessa davanti al proprio pubblico, pronto a riempire il palasport valgobbino. Gli ultimi biglietti sono prenotabili via email all’indirizzo prenotazioni@virtuslumezzane.com; ritiro in loco sabato pomeriggio in loco dalle 16, ingresso a 5 euro interamente devoluto a favore delle associazioni Komen ed Esa. ANDREA DIANA, che sta allenando i suoi ragazzi al Polivalente di via Collebeato, è desideroso di poter affrontare la formazione che assomiglia molto alla sua Leonessa, almeno nelle aspirazioni: il club con sede a Istanbul, dopo qualche anno di appannamento nella seconda divisione turca, è tornata 4 stagioni fa nella massima divisione, ottenendo risultati apprezzabili in campionato e nella coppa nazionale, prima di trionfare in Eurocup lo scorso anno e ottenere la chiamata in Eurolega. Aldilà del poter essere di buon auspicio per il futuro della Germani, il coach livornese mette il focus sulla partita di sabato: «Ci aspetta una sfida interessante: sarà un bel test a livello fisico». Una partita chiave per far capire, soprattutto ai nuovi arrivati, cosa li aspetta a partire dal 3 ottobre (esordio interno con l’As Monaco): «La prima gara servirà per rompere il ghiaccio anche a livello mentale, contro il tipo di avversaria che giocherà contro di noi in Europa - ragiona Diana -. L’organizzazione della formazione turca è ben definita, per struttura fisica e mentalità è la squadra-tipo della nostra competizione». IN ITALIA per un tour di preparazione (dopo la tappa in Sardegna lo scorso fine settimana, venerdì sfiderà la Vanoli Cremona, lunedì Casale Monferrato e martedì Torino), il Darussafaka sarà la cartina di tornasole per lo staff tecnico della Leonessa: «Verificheremo a che punto siamo - sostiene l’allenatore della Germani -. In questi giorni stiamo curando con allenamenti specifici le diverse fasi: in questi giorni ci siamo concentrati sull’attacco, lunedì passeremo alla difesa». Sabato potrebbe esserci il debutto di Mika: «Sta iniziando la fase di recupero: per il momento con la squadra ha giocato in fase di 5 contro 0, senza contatto. Valuteremo se potrà scendere in campo». • © RIPRODUZIONE RISERVATA