16 febbraio 2019

Sport

Chiudi

20.01.2019

Iseo dura fino alla fine: soffre ma vince

Marco Dalovic (Argomm Iseo): ha realizzato 5 punti
Marco Dalovic (Argomm Iseo): ha realizzato 5 punti

L’Argomm Iseo piega, non senza fatica, la Blu Orobica fanalino di coda ancora a quota zero (71-65) al termine di una gara buona per l’esito e, obiettivamente, poco altro. Recuperato Franzoni, Mazzoli lo schiera in quintetto con Marelli, Dalovic, Tedoldi e Veronesi mentre Longano, coach orobico ex Coccaglio, gli oppone Nani, Seguenti, Signore, Boccafurni e Bonacina. La freschezza dei ragazzi di Bergamo riesce a imbrigliare nel primo quarto la manovra dei più esperti iseani, anche se la schiacciata in contropiede proprio di Franzoni per il 14-7 del 5’ sembrava poter proporre una serata di tutta tranquillità ai tifosi di casa in linea, del resto, con i pronostici. Un po’ di supponenza gialloblù contrapposta alla voglia di mettersi in luce tipica dell’età invidiabile dei ragazzi di Longano permette invece agli ospiti di rientrare. E alla prima sirena Iseo si trova avanti di un’inezia (23-21). La sfuriata di Mazzoli si sente fin dalla tribuna stampa ma gli effetti sono pressoché nulli e, anzi, due bombe in rapida successione di Moretti (23-27 al 11’) costringono il coach iseano a richiamare i suoi sul legno per spiegarsi meglio. Ma l’inerzia ha cambiato direzione e per tutto il secondo quarto Marelli e compagni sono costretti a inseguire gli indiavolati giovani avversari. I quali, sulle ali dell’entusiasmo, producono anche buon basket e buoni canestri fino a raggiungere la doppia cifra di vantaggio al 18’ (41-31) mentre sono i giovanissimi iseani Valenti e Medeghini a ricucire un po’ per il 43-37 dell’intervallo. ALLA RIPRESA del gioco, l’Argomm finalmente si presenta con un piglio adeguato e, trascinata da Furlanis, Tedoldi e Veronesi, non solo recupera il gap ma scava un piccolo solco che a metà periodo consente di condurre 54-49. La famosa inerzia dimostra una volta di più di non brillare per fedeltà e Iseo sembra ora giocare sul velluto: la difesa è impenetrabile e, anche se l’attacco non fa faville avendo tra l’altro perso Dalovic per infortunio, al 29’ si trova in vantaggio 60-50. Un vantaggio rassicurante, sporcato però dalla solita tripla di Moretti per il 60-53 con cui prende avvio l’ultimo tratto. Chi pensava che la pratica fosse in archivio non ha fatto i conti con la grinta orobica e al 35’ la gara è tutt’altro che chiusa (66-63). È Furlanis a togliere le castagne dal fuoco tirando con freddezza dalla lunetta. Iseo conquista i due punti chiudendo sul 71-65. •

Giuseppe Raspanti
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Brescia
43
Palermo
42
Benevento
36
Lecce
35
Pescara
35
Spezia
34
Hellas Verona
33
Cittadella
30
Perugia
29
Salernitana
28
Cremonese
27
Venezia
26
Ascoli
25
Cosenza
24
Foggia
20
Livorno
20
Crotone
19
Carpi
18
Padova
17
Ascoli - Salernitana
Benevento - Cittadella
Carpi - Perugia
Cosenza - Cremonese
Crotone - Pescara
Lecce - Livorno
Padova - Foggia
Palermo - Brescia
1-1
Spezia - Hellas Verona
Venezia - [ha Riposato]