Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
19 ottobre 2018

Sport

Chiudi

05.02.2018

Moss, problema muscolare Ora si aspettano gli esami

David Moss: è uscito a 5 minuti dalla fine per infortunio
David Moss: è uscito a 5 minuti dalla fine per infortunio

Alberto Banzola Oltre alla beffa, il danno? Nella Germani Basket Brescia, oltre alla rabbia per la sconfitta interna contro Trento, c’è la possibile tegola di David Moss. Il capitano, a 5 minuti dalla fine, si è infortunato ed è uscito dolorante al bicipite femorale destro: «Ha sentito indurire la gamba e si è fermato», confida coach Andrea Diana. Resta la realtà di una battuta d’arresto inattesa e dolorosa, ma i demeriti di Brescia sono tanti, vista la prestazione poco convincente. E lo sa bene anche Diana che in conferenza stampa, come al solito, è diretto nel suo commento alla partita, riconoscendo però quanto di buono fatto dagli avversari: «Complimenti meritati a Trento, ci ha messo in difficoltà con la sua fisicità e la sua durezza sui contatti», ammette l’allenatore della Germani Brescia. Non era un segreto che fosse lì dove voleva vincere la squadra trentina e Diana aveva messo tutti sugli attenti, ma non è bastato: «Conoscevamo Trento, lo sapevamo che ci avrebbe fatto male sfruttando questi aspetti. Ma non siamo riusciti lo stesso ad andare dove volevamo». DOPO LA GRANDE affermazione di Avellino, ecco una battuta d’arresto contro una squadra che veniva da 4 sconfitte consecutive e voleva a tutti i costi ritrovare il sorriso: «Abbiamo perso le nostre sicurezze: Trento ci ha fato giocare male, cambiando costantemente sui blocchi per l’intera gara - sottolinea Diana -. Non abbiamo trovato fluidità nel gioco offensivo. Ci siamo bloccati: in questo modo abbiamo perso la nostra fiducia in attacco e concesso troppo a rimbalzo». Le cifre raccontano di 14 palloni recuperati dai trentini sotto i cristalli avversari contro i soli 8 di Brescia. Non solo: Trento ha dimostrato di avere anche una quadratura mentale consistente: «È stato capaci di concretizzare anche tiri difficili, presi sulla sirena. Ha meritato la vittoria sotto tutti i punti di vista». E BRESCIA? Cosa è successo? Dopo la fantastica impresa di Avellino ci si aspettava qualcosa in più. Poco energica e confusionaria si è trovata in difficoltà, soprattutto a livello di «taglia»: «La forza fisica di Trento è difficile da pareggiare: c’eravamo riusciti all’andata, quando Hogue non era ancora tornato in Italia». Ieri sera 12 rimbalzi per lui e 7 in attacco. Nella serata poco positiva di Moore (0/4 al tiro e 2 palle perse), che poteva e doveva essere uno dei punti di forza della capolista, l’impressione è che la coperta in questo momento sia comunque cortina: rotazioni che si sono fermate a 7 giocatori, considerando che nella ripresa né Ortner, né Traini, entrambi in campo per 4 minuti, hanno messo piede in campo: «Dovevamo recuperare lo svantaggio. E per farlo ci abbiamo provato con il quintetto migliore». La poca vera energia vista sul parquet è quasi sempre venuta da Hunt: «Ci ha dato quella sicurezza nelle situazioni di avvicinamento a canestro che non avevamo». Terza sconfitta casalinga per la capolista: Sassari, Cremona e Trento. Queste ultime 2 presentano non poche similitudini: «Trento e Cremona ti mettono in difficoltà. Avevamo preso un buon ritmo, ma se non sei continuo, perdi fiducia e commetti errori che solitamente non fai. Grandi meriti li riconosco ai nostri avversari, ma noi non siamo mai stati continui nei 40 minuti». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alberto Banzola
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Pescara
15
Hellas Verona
13
Lecce
12
Spezia
12
Palermo
11
Cremonese
11
Cittadella
10
Benevento
10
Brescia
10
Salernitana
10
Perugia
8
Crotone
7
Ascoli
6
Padova
6
Carpi
5
Foggia
4
Venezia
4
Cosenza
4
Livorno
2
Brescia - Padova
4-1
Carpi - Cosenza
1-1
Cremonese - Salernitana
0-0
Foggia - Ascoli
3-2
Hellas Verona - Lecce
0-2
Livorno - Spezia
1-3
Palermo - Crotone
1-0
Perugia - Venezia
1-0
Pescara - Benevento
2-1
Cittadella - [ha Riposato]