Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
venerdì, 20 luglio 2018

Tutta l’emozione di Traini
«Per me sfida speciale»

Andrea Traini: ex Pesaro (BATCH)

La vita di un atleta sa essere strana, a volte bizzarra. Soprattutto se ti chiami Andrea Traini, sei stato in rampa di lancio per diverse stagioni con la Serie A a Pesaro come destino ed invece il medesimo ti ha beffato accanendosi sulle tue ginocchia. 4 stagioni dopo l’addio alla VL è il momento del ritorno: da avversario, nella massima serie. Ed è pronto Andrea Traini ad affrontare il suo passato? «Lo sono e sono felice di affrontare ciò che mi ha permesso oggi di stare a questo livello perchè è a Pesaro che sono cresciuto come uomo e come giocatore. È un’emozione fortissima: ancora non mi fa quell’impressione che sicuramente proverò questo pomeriggio ad inizio riscaldamento, quando l’emozione salirà come è normale che sia».

COSA MANCA a Traini di Pesaro e cosa ha trovato di bello in questo primo mese bresciano? «Mi mancano quei momenti in foresteria passati a fare stupidaggini con altri ragazzi che vivevano come me fuori casa e le tante persone che mi hanno insegnato a giocare e a vivere i tramonti sul mare. Ho girato poco Brescia ma per quello che ho visto sono felice di poter vivere qui». E che partita sarà oggi? «Essendo la prima di campionato mi immagino una partita un po’ strana: ma restando concentrati per tutti i 40 minuti si possono portare a casa i primi due punti».A.B.