Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
16 ottobre 2018

Sport

Chiudi

03.01.2018

Brescia, un 2017 sofferto Tutti le cifre sono al ribasso

Andrea Caracciolo, 36 anni: segna sempre ma il Brescia non va
Andrea Caracciolo, 36 anni: segna sempre ma il Brescia non va

Sergio Zanca Il Brescia ha trascorso San Silvestro a quota 23. Occupa il 17° posto in classifica, alla pari del Cesena, con un punto di vantaggio sul Foggia, 2 sulla Ternana, 3 sull’Ascoli e 5 sulla cenerentola Pro Vercelli, a una sola lunghezza di distacco dal terzetto composto da Novara, Entella e Perugia. Rispetto al 31 dicembre 2016 i biancazzurri hanno perso 5 posizioni e 4 punti. Il bilancio parla di 5 vittorie, 8 pareggi e 8 sconfitte. Considerando che nel ritorno del campionato precedente il Brescia aveva ottenuto gli stessi numeri (5 successi, 8 pareggi e altrettanti ko), ora ha archiviato il 2017 con soli 10 squilli, meno sia dell’anno scorso (11) che del 2015 (16). Il totale delle sconfitte è diminuito (da 18 a 16), i pareggi aumentati (da 13 a 16). Al tirar delle somme il bottino di punti (46) è rimasto invariato, pur molto peggio rispetto al 2015 (60). Le reti continuano a diminuire: da 63 (nel 2015) a 48 (2016) a 44, pur essendo rimasto identico il numero degli incontri disputati (42). Inversione di tendenza per i gol subiti: da 61 a 66 a 53. I QUATTRO ALLENATORI. Cristian Brocchi ha iniziato gennaio con 3 sconfitte consecutive (con l’Avellino, primo ko interno del campionato, il Frosinone e il Perugia), vincendo solo una gara su 9 (4-1 col Cittadella), e racimolando la miseria di 4 punti, alla media di 0,44. Lo scivolone di Salerno, l’11 marzo, ha indotto i dirigenti a licenziarlo. La scelta del nuovo tecnico è caduta su Gigi Cagni, che, su 12 partite, ne ha pareggiate 7, perdendo solo una volta (1-3 con la Spal). Grazie alla politica dei piccoli passi e alle 4 vittorie, l’ultima delle quali addirittura drammatica, 2-1 col Trapani, in un duello senza appello, ha ottenuto la salvezza per il rotto della cuffia. Di rilievo la sua media: 1,58. Il 3 giugno il Brescia ha ufficializzato il ritorno di Roberto Boscaglia, l’allenatore che si era ben comportato nel 2015-16 e poi passato al Novara. L’avvio di campionato ha registrato risultati alterni: sconfitta ad Avellino, pareggio interno col Palermo, vittoria a Parma. Il ko di Chiavari contro l’Entella (un netto 0-3) ha indotto il nuovo proprietario Massimo Cellino a cambiare. Boscaglia se n’è andato con un bilancio di 4 pareggi, 2 successi e altrettante battute d’arresto. I punti: 10, e la media 1,25. Al suo posto un altro tecnico siciliano, Pasquale Marino, che ha iniziato con due rovesci (0-1 col Novara, 0-2 nel derby con la Cremonese). La prosecuzione ha ondeggiato tra amarezze e sospiri di sollievo. Bilancio attuale di Marino: 3 exploit (contro Bari, Pescara e Salernitana), 4 pareggi e 6 ko in 13 gare. I punti: solo 13, uno a partita. CARACCIOLO SEMPRE AL TOP. Continua a essere Andrea Caracciolo il principe del gol. Con i 7 realizzati da gennaio a maggio, e i 9 nello scorcio iniziale di questo campionato, l’Airone vola a quota 16, ed è il cannoniere del Brescia 2017, 5 più del 2016, uno meno del 2015. Precede Ferrante e Coly (5), Bisoli (4), Torregrossa (3), Blanchard (2), Bonazzoli, Dall’Oglio, Mauri, Crociata e Machin, con uno a testa. Aggiungendo le 4 autoreti, si arriva a 44. L’unica doppietta: di Coly, il 30 aprile, a Novara. L’anno scorso erano riusciti nell’impresa Morosini (contro il Como e a Cittadella) e Andrea Caracciolo (con la Pro Vercelli). L’ultima tripletta risale al 2 aprile 2015: l’ha firmata Daniele Corvia a Pescara. RIGORI E ROSSI IN CALO. Le espulsioni sono diminuite. Dalle 14 del 2016, con Martinelli allontanato 4 volte, si è scesi a 9: Coly (2), Calabresi, Blanchard, Bonazzoli, Ndoj, Ferrante, Dall’Oglio e Meccariello. Drastica riduzione pure dei rigori a favore, da 6 a 2 (uno di Mauri, a Bari, parato da Micai, l’altro, di Caracciolo, trasformato ad Avellino), e di quelli contro (da 10 a 3). • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Pescara
15
Hellas Verona
13
Lecce
12
Spezia
12
Palermo
11
Cremonese
11
Cittadella
10
Benevento
10
Brescia
10
Salernitana
10
Perugia
8
Crotone
7
Ascoli
6
Padova
6
Carpi
5
Foggia
4
Venezia
4
Cosenza
4
Livorno
2
Brescia - Padova
4-1
Carpi - Cosenza
1-1
Cremonese - Salernitana
0-0
Foggia - Ascoli
3-2
Hellas Verona - Lecce
0-2
Livorno - Spezia
1-3
Palermo - Crotone
1-0
Perugia - Venezia
1-0
Pescara - Benevento
2-1
Cittadella - [ha Riposato]