Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
21 aprile 2018

Sport

Chiudi

03.01.2018

Brescia, un 2017 sofferto Tutti le cifre sono al ribasso

Andrea Caracciolo, 36 anni: segna sempre ma il Brescia non va
Andrea Caracciolo, 36 anni: segna sempre ma il Brescia non va

Sergio Zanca Il Brescia ha trascorso San Silvestro a quota 23. Occupa il 17° posto in classifica, alla pari del Cesena, con un punto di vantaggio sul Foggia, 2 sulla Ternana, 3 sull’Ascoli e 5 sulla cenerentola Pro Vercelli, a una sola lunghezza di distacco dal terzetto composto da Novara, Entella e Perugia. Rispetto al 31 dicembre 2016 i biancazzurri hanno perso 5 posizioni e 4 punti. Il bilancio parla di 5 vittorie, 8 pareggi e 8 sconfitte. Considerando che nel ritorno del campionato precedente il Brescia aveva ottenuto gli stessi numeri (5 successi, 8 pareggi e altrettanti ko), ora ha archiviato il 2017 con soli 10 squilli, meno sia dell’anno scorso (11) che del 2015 (16). Il totale delle sconfitte è diminuito (da 18 a 16), i pareggi aumentati (da 13 a 16). Al tirar delle somme il bottino di punti (46) è rimasto invariato, pur molto peggio rispetto al 2015 (60). Le reti continuano a diminuire: da 63 (nel 2015) a 48 (2016) a 44, pur essendo rimasto identico il numero degli incontri disputati (42). Inversione di tendenza per i gol subiti: da 61 a 66 a 53. I QUATTRO ALLENATORI. Cristian Brocchi ha iniziato gennaio con 3 sconfitte consecutive (con l’Avellino, primo ko interno del campionato, il Frosinone e il Perugia), vincendo solo una gara su 9 (4-1 col Cittadella), e racimolando la miseria di 4 punti, alla media di 0,44. Lo scivolone di Salerno, l’11 marzo, ha indotto i dirigenti a licenziarlo. La scelta del nuovo tecnico è caduta su Gigi Cagni, che, su 12 partite, ne ha pareggiate 7, perdendo solo una volta (1-3 con la Spal). Grazie alla politica dei piccoli passi e alle 4 vittorie, l’ultima delle quali addirittura drammatica, 2-1 col Trapani, in un duello senza appello, ha ottenuto la salvezza per il rotto della cuffia. Di rilievo la sua media: 1,58. Il 3 giugno il Brescia ha ufficializzato il ritorno di Roberto Boscaglia, l’allenatore che si era ben comportato nel 2015-16 e poi passato al Novara. L’avvio di campionato ha registrato risultati alterni: sconfitta ad Avellino, pareggio interno col Palermo, vittoria a Parma. Il ko di Chiavari contro l’Entella (un netto 0-3) ha indotto il nuovo proprietario Massimo Cellino a cambiare. Boscaglia se n’è andato con un bilancio di 4 pareggi, 2 successi e altrettante battute d’arresto. I punti: 10, e la media 1,25. Al suo posto un altro tecnico siciliano, Pasquale Marino, che ha iniziato con due rovesci (0-1 col Novara, 0-2 nel derby con la Cremonese). La prosecuzione ha ondeggiato tra amarezze e sospiri di sollievo. Bilancio attuale di Marino: 3 exploit (contro Bari, Pescara e Salernitana), 4 pareggi e 6 ko in 13 gare. I punti: solo 13, uno a partita. CARACCIOLO SEMPRE AL TOP. Continua a essere Andrea Caracciolo il principe del gol. Con i 7 realizzati da gennaio a maggio, e i 9 nello scorcio iniziale di questo campionato, l’Airone vola a quota 16, ed è il cannoniere del Brescia 2017, 5 più del 2016, uno meno del 2015. Precede Ferrante e Coly (5), Bisoli (4), Torregrossa (3), Blanchard (2), Bonazzoli, Dall’Oglio, Mauri, Crociata e Machin, con uno a testa. Aggiungendo le 4 autoreti, si arriva a 44. L’unica doppietta: di Coly, il 30 aprile, a Novara. L’anno scorso erano riusciti nell’impresa Morosini (contro il Como e a Cittadella) e Andrea Caracciolo (con la Pro Vercelli). L’ultima tripletta risale al 2 aprile 2015: l’ha firmata Daniele Corvia a Pescara. RIGORI E ROSSI IN CALO. Le espulsioni sono diminuite. Dalle 14 del 2016, con Martinelli allontanato 4 volte, si è scesi a 9: Coly (2), Calabresi, Blanchard, Bonazzoli, Ndoj, Ferrante, Dall’Oglio e Meccariello. Drastica riduzione pure dei rigori a favore, da 6 a 2 (uno di Mauri, a Bari, parato da Micai, l’altro, di Caracciolo, trasformato ad Avellino), e di quelli contro (da 10 a 3). • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Empoli
70
Palermo
59
Frosinone
59
Parma
57
Bari
55
Perugia
54
Venezia
51
Cittadella
51
Foggia
49
Carpi
49
Spezia
47
Salernitana
43
Cremonese
42
Brescia
42
Avellino
40
Novara
39
Pescara
39
Cesena
38
Entella
37
Ascoli
36
Ternana
33
Pro Vercelli
31
Brescia - Carpi
1-1
Empoli - Pro Vercelli
3-2
Entella - Avellino
1-1
Foggia - Ascoli
3-0
Frosinone - Spezia
1-1
Novara - Ternana
0-3
Palermo - Cremonese
1-1
Parma - Cittadella
0-0
Perugia - Venezia
1-1
Pescara - Bari
2-2
Salernitana - Cesena
1-1