Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
21 settembre 2018

Sport

Chiudi

07.03.2018

Cellino con il mal di pancia «Così non può andare»

Ernesto Torregrossa braccato da un paio di difensori avversariBiagio Meccariello fronteggiato da Christian Kouan: per il Brescia stop sul campo di Perugia
Ernesto Torregrossa braccato da un paio di difensori avversariBiagio Meccariello fronteggiato da Christian Kouan: per il Brescia stop sul campo di Perugia

Ci risiamo. La sconfitta di Perugia fa tornare i mal di pancia per una classifica che, pur migliorata rispetto a un mese fa, è sempre al limite di guardia. I punti di vantaggio sulla zona play-out sono rimasti 2, ma basta perdere a Novara lunedì per ricascarci dentro. Le giornate passano, le preoccupazioni si assommano. Dopo aver visto in Tv la gara del «Curi», Massimo Cellino si è molto irritato. IL PRESIDENTE del Brescia continua a non gradire il modo in cui Boscaglia sta gestendo la rosa. Una rosa che il presidente ritiene buona e, per questo, si aspetterebbe altri risultati. Che ci sono stati, per quattro giornate consecutive, fino allo 0-2 di Perugia. Ma è bastata una sconfitta per far tornare l’allenatore biancazzurro sulla graticola: «Così non può andare - le parole di Cellino, e sono frasi che sembrerebbero preludere a scelte drastiche -. E non è solo per il risultato di Perugia, sarebbe riduttivo. Adesso abbiamo una buona squadra, che deve giocare con logica e semplicità». Nelle prossime ore se ne saprà di più, se cioè la graticola è uguale a quella post Vercelli (l’esonero sembrava imminente, poi tutto rientrò dopo un colloquio tra le parti) o se la panchina, stavolta, è già bruciata senza rimedio. Il presidente, probabilmente, fermo non starà. La situazione lo preoccupa sin troppo. E preoccupati lo sono anche i giocatori. Michele Somma ripete per 2-3 volte che lo 0-2 di Perugia è stata «una brutta batosta». E aggiunge: «E se dico che me l’aspettavo, mentirei. Ognuno di noi era convinto di venire qui a giocare un altro tipo di gara. Perchè volevamo vincere, noi giochiamo sempre per vincere. Ma non è andata come speravamo. Ora bisogna preparare bene la sfida di lunedì a Novara. E rialzarsi subito, ricordando che venivamo da un buon periodo. Bisogna continuare a lavorare sui nostri errori per non commetterli più». STEFANO MINELLI avrebbe voluto celebrare in altro modo i 24 anni compiuti lunedì: «L’inizio è stato promettente: stavamo alti, attaccavamo con continuità, arrivavamo spesso in area del Perugia. Peccato: i numerosi errori ci hanno penalizzato». Il primo è stata la svolta che ha indirizzato il pomeriggio al «Curi» a favore della squadra di casa: «La rete di Cerri è stata tutta un pasticcio - ammette Minelli -. Sul calcio d’angolo, il pallone è rimasto lì, Cerri ha calciato, l’ho visto all’ultimo e l’ho deviato di piede. Magari, se non lo toccavo, Caracciolo alle mie spalle sarebbe riuscito a intercettare quel pallone sulla linea e a sbrogliare la situazione». L’unico motivo per sorridere, per Minelli, è l’aver riabbracciato Leali: «L’ho rivisto molto volentieri - dice il portiere originario di Virle Treponti -. In comune abbiamo anche il preparatore, Giacomo Violini. per me Leali ha le qualità per giocare in Serie A. Gli auguro che Perugia adesso possa rilanciarlo a livelli più alti». La conclusione è un auspicio: «Spero si sia trattato solo di una serata storta, dobbiamo rifarci assolutamente contro il Novara». Se ci saranno novità o meno, se la graticola è in realtà una panchina ormai bruciata, dipenderà solo dalle decisioni di Massimo Cellino. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Cittadella
9
Hellas Verona
7
Crotone
6
Salernitana
5
Cremonese
5
Palermo
5
Pescara
5
Perugia
4
Benevento
4
Ascoli
4
Padova
4
Venezia
3
Spezia
3
Lecce
2
Brescia
2
Cosenza
1
Livorno
0
Carpi
0
Foggia
-5
Ascoli - Lecce
1-0
Brescia - Pescara
1-1
Cittadella - Cosenza
2-0
Cremonese - Spezia
2-0
Foggia - Palermo
1-2
Hellas Verona - Carpi
4-1
Livorno - Crotone
0-1
Salernitana - Padova
3-0
Venezia - Benevento
2-3
Perugia - [ha Riposato]