Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
11 dicembre 2017

Sport

Chiudi

21.04.2017

Il modello di Cagni
«Brescia, devi avere
la grinta della Juve»

Gigi Cagni, 66 anni, sprona il Brescia in continuazione: c’è la salvezza diretta da conquistare FOTOLIVE
Gigi Cagni, 66 anni, sprona il Brescia in continuazione: c’è la salvezza diretta da conquistare FOTOLIVE

Appena arrivato nello spogliatoio, Gigi Cagni ha fulminato i suoi giocatori con una domanda: «Avete visto la Juventus a Barcellona?». E al «sì» pressochè unanime, ha aggiunto: «Bene: e avete notato che grinta, che determinazione, che lucidità? Prendete esempio: così si raggiungono gli obiettivi. E così noi possiamo arrivare alla salvezza».

CAGNI crede nella forza dei buoni esempi. Per lui i calciatori dovrebbero guardare alla Tv i migliori del proprio ruolo. Dovrebbero studiarne le caratteristiche, rubarne con l’occhio i segreti, i movimenti. E due settimane fa si è arrabbiato moltissimo con un suo giocatore, che alla visione in diretta della gara di andata a Torino aveva preferito una partita a tennis tavolo.

Davanti ai giornalisti, l’allenatore del Brescia rivela di essersi immedesimato in Max Allegri: «Facendo le debite proporzioni - premette -, ma mi è sembrato di rivedere il Brescia contro il Benevento. E avete visto i cambi? Fuori tre attaccanti, dentro tre giocatori con caratteristiche più difensive. Io ho fatto lo stesso lunedì».

Nel dettaglio: Cagni ha effettuato il primo cambio al 44’ del primo tempo inserendo il terzino Lancini per il trequartista Crociata, infortunato; il secondo, e ultimo, a 9 minuti dalla fine: fuori Ferrante, una punta, e dentro Prce, un centrale. Il Brescia ha così finito con 7 difensori di ruolo, ma ha conservato con merito l’1-0.

A Barcellona, nel finale di gara, Allegri,ha tolto Cuadrado (30’), Dybala (38’) e Higuain (43’), inserendo Lemina, Barzagli e Asamoah: «Allegri sapeva già di essere qualificato - aggiunge Cagni -. La verità è che bisogna saper capire e leggere le partite. Il compito di un allenatore. E fare cambi del genere non significa essere difensivisti».

Il Brescia, dunque, dopo la partita prototipo ha pure un modello da seguire: «In questi giorni alla squadra l’ho ripetuto fino alla nausea: l’errore tecnico ci sta, se ne vedono parecchi anche in Champions. Ma guai se sbaglia sotto l’aspetto fisico e mentale. Pretendo la prestazione, questo è sicuro».

E nel suo modo di caricare la squadra, in questi giorni Cagni ha insistito sul fatto di non aver preso gol: «Da quanto tempo non accadeva? Non credete a chi dice che perdere 1-0 o 5-0 sia la stessa cosa. Psicologicamente cambia tutto. E non prendere gol è tutto: spinta, sicurezza, anche più coraggio. Lunedì ho capito che non avremmo subìto reti, ho visto bene i ragazzi sono questi aspetti. Ecco: ad Ascoli tenere la porta inviolata sarà il primo obiettivo».

L’ATTACCO, però, sarà in piena emergenza. E nell’allenamento ieri si è rifatto male Crociata: «Vi voglio rassicurare - annuncia con un sorriso ironico -: giocheremo comunque in undici. Le assenze? Caracciolo ad Ascoli non avrebbe comunque giocato anche se fosse stato disponibile. La sua presenza anche solo in panchina sarebbe stata preziosa per i ragazzi: è il capitano, il punto di riferiemtno per tutti. Ma adesso sappiamo muoverci bene e qualcosa di buono faremo».

E fare qualcosa di buono non significa solo vincere: «Cosa volete che vi dica? Che il Brescia va ad Ascoli per perdere? Ovvio, spero di vincere ma anche non perdere andrebbe bene. Prima di lunedì la squadra non era pronta per vincere. Lo dicono i numeri. Ora, invece, sì. Ma in situazioni di difficoltà la cosa più dannosa è avere fretta».

La conclusione è sulla squadra: « Ho la fortuna di poter contare sul almeno su 18-19 giocatori. Gli altri hanno problemi fisici: parlo di Bonazzoli e Torregrossa, che ad Ascoli non ci saranno, oltre che di Somma. E non conta se uno è qui in prestito, ma il professionista: da questo punto di vista mi sento tranquillo».

Vincenzo Corbetta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Palermo
32
Parma
30
Frosinone
30
Empoli
29
Bari
29
Cittadella
28
Cremonese
27
Venezia
27
Carpi
24
Perugia
23
Salernitana
23
Novara
23
Spezia
23
Entella
21
Avellino
21
Brescia
21
Pescara
21
Cesena
21
Ternana
18
Pro Vercelli
18
Foggia
18
Ascoli
15
Ascoli - Entella
1-1
Bari - Palermo
0-3
Cesena - Pescara
4-2
Cittadella - Avellino
2-2
Empoli - Carpi
1-0
Frosinone - Brescia
2-0
Novara - Cremonese
1-1
Salernitana - Perugia
1-1
Spezia - Foggia
1-0
Ternana - Parma
1-1
Venezia - Pro Vercelli
1-1