Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
19 ottobre 2018

Sport

Chiudi

07.02.2018

Un bomber per volta
Brescia sull’altalena
con i gemelli diversi

Ernesto Torregrossa, Andrea Caracciolo: i bomber di un Brescia alla ricerca della salvezza FOTOLIVE
Ernesto Torregrossa, Andrea Caracciolo: i bomber di un Brescia alla ricerca della salvezza FOTOLIVE

Gemelli diversi. Lo si dice, solitamente, di coppie accomunate dal destino ma divise da qualche caratteristica cruciale. Ora, Andrea Caracciolo ed Ernesto Torregrossa tanto differenti non sono: l’Airone prima punta, l’ex Lumezzane volendo anche. Ma in questo campionato proprio non riescono a gioire insieme. Gioire come si conviene a chi ha il fiuto del gol, come riuscì la sera della sfida-salvezza vinta col Trapani il 18 maggio scorso: segnando insieme.

IN STEREO i due bomber non riescono a farsi sentire. O l’uno o l’altro. Esultanze a intermittenza. Le due punte di diamante non sono ancora una premiata ditta. E chissà cosa succederebbe, se diventassero fino in fondo Caracciolo & Torregrossa... Chi ama il Brescia non aspetta altro. A cominciare da Roberto Boscaglia, che insieme li sta impiegando eccome. Lo fa da quando può, come lo faceva Pasquale Marino. L’altalena non è una scelta, non è dovuta a scelte tecniche, non è colpa di nessuno. Prima era infortunato Torregrossa, adesso non è al top Caracciolo. Questioni fisiche, problemi indipendenti dalla volontà dei protagonisti e pure da quelle dei loro compagni: nel Brescia ogni schema è sempre stato finalizzato alla valorizzazione dei terminali offensivi, e dai gemelli diversi provengono 15 dei 23 gol fatti (65,2 per cento). In principio fu l’Airone. Capace di librarsi in volo con la zavorra di un Brescia faticoso, appesantito dai patemi. L’ha sollevato dai bassifondi lui, a lungo, issandosi sulle ali una squadra in difficoltà al punto tale che il suo presidente, Massimo Cellino, prima diffidente (questioni d’anagrafe) e poi conquistato (dal valore del veterano-capitano), si era detto preoccupato: «Se la squadra continua ad appoggiarsi così tanto a lui, rischia di distruggerlo».

NON È distrutto, Caracciolo, ma stanco sì (e alle prese con la sinusite, che non gli ha impedito di giocare contro il Parma). Non segna dal 2 dicembre, Brescia-Salernitana 2-0. Ed era l’ultimo successo biancazzurro prima di quello di sabato scorso. Eppure era partito così bene che rasenta la doppia cifra: 9 reti realizzate in 22 gare (le vittime, prime dei campani: Avellino, Foggia, Perugia, Bari, Pescara, Venezia, Carpi, Spezia: 15 punti in 9 giornate). E i suoi numeri sono i più importanti nella storia della Leonessa: 169 nei campionati di A e di B, 175 con la Coppa Italia. È alla seconda stagione in biancazzurro Torregrossa, appena riscattato da Cellino, che ha convinto il Verona a cederglielo per intero (un milione di euro, più una percentuale sull’eventuale futura rivendita). Fermo ai box per un guaio muscolare dopo aver segnato in Coppa Italia, dalla diciannovesima giornata è rinato. Sei gol in 12 partite (e 6 negli ultimi 6 turni), realizzati contro Cittadella, Empoli (17 e 21 dicembre), Avellino e Parma (2 doppiette), per 5 punti complessivi. Si può dare di più? Di sicuro il Brescia può fare di più, se i suoi gemelli tornano a segnare insieme.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Gian Paolo Laffranchi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Pescara
15
Hellas Verona
13
Lecce
12
Spezia
12
Palermo
11
Cremonese
11
Cittadella
10
Benevento
10
Brescia
10
Salernitana
10
Perugia
8
Crotone
7
Ascoli
6
Padova
6
Carpi
5
Foggia
4
Venezia
4
Cosenza
4
Livorno
2
Brescia - Padova
4-1
Carpi - Cosenza
1-1
Cremonese - Salernitana
0-0
Foggia - Ascoli
3-2
Hellas Verona - Lecce
0-2
Livorno - Spezia
1-3
Palermo - Crotone
1-0
Perugia - Venezia
1-0
Pescara - Benevento
2-1
Cittadella - [ha Riposato]