Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
24 novembre 2017

Sport

Chiudi

07.11.2017

Un record di reti dopo l’altro
Con la serie migliore fu Serie A

Caracciolo di tacco per l’1-0 al Venezia: una giocata strepitosa, ma purtroppo non è bastata per la vittoria
Caracciolo di tacco per l’1-0 al Venezia: una giocata strepitosa, ma purtroppo non è bastata per la vittoria

È un Airone, Andrea Caracciolo, ma, al tempo stesso, una gallina dalle uova d’oro. E ultimamente segna un gol a partita.

Nell’anticipo di lunedì 23 ottobre, contro il Bari, ha sbloccato al 17’. Raccolto un lungo lancio verticale di Ferrante, è fuggito verso l’area, ha resistito alla carica di Marrone e infilato il portiere Micai in diagonale, col sinistro. Galano e Capradossi (autorete) hanno fissato il punteggio sul 2-1.

Sabato 28, a Pescara, Caracciolo ha firmato il gol del temporaneo 2-0 (risultato finale: 3-0), scattando per raccogliere un assist di Machin, e superare Fiorillo.

Sabato scorso, col Venezia di Pippo Inzaghi, l’Airone si è esibito in un pregevole colpo di tacco, su cross di Furlan. Peccato che il Brescia abbia vanificato l’impresa con uno sciagurato finale, pagato con la sconfitta.

A SEGNO per 3 partite di seguito, Caracciolo ha l’opportunità di uguagliare i suoi record di continuità. In passato è riuscito a entrare nel tabellino dei marcatori per un periodo ancora più lungo. L’anno scorso, ad esempio, ha realizzato a Perugia il 4 febbraio (su lungo lancio di Prce, e tocco di Blanchard, ha fulminato Brignoli), col Pisa sabato 11 (stop di petto su cross di Crociata, e conclusione al volo), a Carpi il 18 (superato Belec con una punizione) e col Cittadella nell’anticipo di venerdì 24 (ancora dalla mattonella, col portiere Alfonso a guardare la traiettoria sopra la barriera).

L’Airone è andato in gol per quattro incontri di fila anche nel 2014-15. La sequenza: il 4 ottobre rigore contro il Varese, concesso dall’arbitro Saia per fallo di Simic; sabato 11 di testa a Modena, su traversone di Zambelli; il 18 diagonale sul palo più lontano, dopo essere stato smarcato da un tacco di Sodinha; il 25 a Latina, in acrobazia, su cross di Sestu. Nella circostanza ha rimediato la rottura del setto nasale, per una testata di Dallafiore, è stato costretto a lasciare il campo e a rimanere in infermeria nelle due gare successive.

Il primato di Andrea, con 5 partite, risale al 2009-10, l’anno della promozione con Beppe Iachini. Il 5 gennaio, a Salerno, il rigore della staffa, fischiato dall’arbitro Saccani, per una scorrettezza subita sempre da Caracciolo (dal dischetto, gol del 3-1); il 9, col Padova, ha scavalcato Agliardi in uscita; il 16 a Cittadella ha calciato al volo; il 23 ha firmato una tripletta col Crotone di Franco Lerda (un diagonale e due rigori); venerdì 5 marzo a Torino ha siglato su tocco di Possanzini.SE.ZA.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Bari
26
Parma
26
Frosinone
25
Venezia
25
Palermo
25
Empoli
24
Cremonese
22
Salernitana
22
Cittadella
21
Pescara
20
Carpi
20
Avellino
19
Perugia
18
Novara
18
Brescia
18
Foggia
18
Spezia
17
Pro Vercelli
16
Entella
16
Ternana
15
Cesena
14
Ascoli
13
Brescia - Spezia
1-1
Empoli - Cesena
5-3
Foggia - Ternana
1-1
Frosinone - Avellino
1-1
Novara - Bari
1-2
Palermo - Cittadella
0-3
Parma - Ascoli
4-0
Perugia - Carpi
5-0
Pescara - Pro Vercelli
3-1
Salernitana - Cremonese
1-1
Entella - Venezia
0-0