23 gennaio 2019

Sport

Chiudi

11.10.2011

Caini lascia la Feralpi Salò «Ma tifo per la salvezza»


 Giordano Caini (nella foto accanto al massaggiatore Chiarini): lascia lo staff tecnico della Feralpi Salò
Giordano Caini (nella foto accanto al massaggiatore Chiarini): lascia lo staff tecnico della Feralpi Salò

Domani la Feralpi Salò sfiderà il Piacenza, ma non ci sarà il derby di Giordano Caini, che con i biancorossi emiliani ha chiuso la carriera da calciatore professionista, prima di scendere tra i dilettanti a Rodengo e Salò. La settimana scorsa ha lasciato lo staff tecnico dei gardesani, dopo aver diretto il primo allenamento del dopo-Rastelli: «storico» vice-allenatore dei gardesani, si è dimesso con l'arrivo di Gianmarco Remondina e del suo vice, Andrea Tedeschi. Arrivato a Salò da calciatore nel 2001, aveva fatto il «vice», nell'ordine, a Nunziata, Crotti, Zanoncelli, Ottoni e, appunto, Rastelli. Non sarà in panchina domani, ma sarà comunque allo stadio Turina a incitare i gardesani contro il Piacenza.
«SALÒ rappresenta una parte importante della mia vita - dice Caini, 42 anni, valsabbino-. Non finirò mai di ringraziare il direttore sportivo Eugenio Olli e i dirigenti, che prima mi hanno chiamato come giocatore, affidandomi successivamente il posto di vice. In futuro, se ci sarà spazio, ci terrei a guidare una squadra di ragazzini, sempre a Salò. Vorrei fosse chiaro - prosegue - che ho lasciato in silenzio, senza innescare polemiche. Non ho sbattuto la porta nè espresso critiche. L'ho detto a Remondina, che conoscevo: è giusto che vada avanti col collaboratore avuto a Verona e a Ferrara. Io resto a casa».
Caini è una persona di poche parole, ma drastico nelle scelte, perciò si è fatto da parte senza pensarci un attimo, pur lasciando una porta aperta, seppure a livello differente. Per quanto riguarda il siluramento di Rastelli, è ancora perplesso: «Mi è spiaciuto a me, e a tanti. In giugno abbiamo conquistato una fantastica promozione dalla Seconda alla Prima Divisione. Peccato sia finito già tutto».
SULLE PROSPETTIVE della squadra ha più di una speranza: «I ragazzi hanno accusato il salto di categoria. Poi ci sono stati alcuni infortuni rilevanti, a cominciare da Bracaletti, il cannoniere della scorsa stagione. Non hanno avuto nemmeno un pizzico di fortuna, ma si riprenderanno, perchè dimostrano di essere compatti. L'importante è che sentano la fiducia. Io domani ci sarò e con me ci sarà anche Quarenghi: vogliamo applaudire la prima, storica vittoria in Prima divisione».
Caini ne approfitterà per vedere una delle sue vecchie squadre. «A Piacenza - rammenta - sono rimasto dal '98 al 2000, in serie A. Direttore sportivo: Gian Pietro Marchetti, di Rudiano. Il primo anno ho avuto come allenatore Beppe Materazzi. Tra i compagni Giampiero Piovani, Vierchowod, Stroppa, Simone Inzaghi, che segnava a grappoli, Massimo Rastelli, l'attuale tecnico del Portogruaro. La stagione successiva, iniziata da Gigi Simoni, è proseguita con Maurizio Braghin, poi Daniele Bernazzani. Le cose, purtroppo, sono andate male e ho deciso di avvicinarmi a casa scendendo tra i dilettanti». Un taglio netto, come quello deciso alla vigilia della sfida con il Piacenza.

Sergio Zanca
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Palermo
37
Brescia
35
Pescara
33
Lecce
31
Hellas Verona
30
Benevento
30
Spezia
27
Cittadella
27
Salernitana
27
Perugia
26
Ascoli
25
Cremonese
23
Venezia
22
Cosenza
20
Carpi
17
Foggia
16
Livorno
15
Padova
15
Crotone
14
Carpi - Foggia
0-2
Cosenza - Ascoli
0-0
Crotone - Cittadella
0-0
Lecce - Benevento
1-1
Padova - Hellas Verona
3-0
Palermo - Salernitana
1-2
Perugia - Brescia
0-2
Pescara - Cremonese
0-0
Spezia - Venezia
1-1
Livorno - [ha Riposato]