Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
giovedì, 19 ottobre 2017

Colbrelli, settimana d’argento
È secondo anche al Gp Beghelli

Sonny Colbrelli (a sinistra) sul podio con lo spagnolo Luis Sanchez eil campione olimpico Elia Viviani (BATCH)

Sonny Colbrelli ha fatto tredici. Il professionista di Casto non ha fatto centro giocando al Totocalcio, ma ha fatto sportivamente di più totalizzando questo straordinario numero di podi in una grande stagione; l’ultimo chiudendo in seconda posizione il Gp Beghelli a Monteveglio, in provincia di Bologna. Purtroppo per lui l’ha anticipato di 6 secondi lo spagnolo Luis Leon Sanchez, e il valsabbino ha dovuto accontentarsi di vincere la volata degli immediati inseguitori sul campione olimpico Elia Viviani, e su Michael Albasini, Alberto Bettiol e Andrea Pasqualon.

IL VELOCISTA della Bahrain Merida non aveva nascosto la voglia di vincere questa corsa che aveva già dominato due anni fa. Ma come è accaduto nella Coppa Sabatini-Peccioli tre giorni fa non è riuscito a centrare il poker stagionale. Ha però dimostrato di avere metabolizzato la giornata no al Campionato del mondo di Bergen, in Norvegia, che lo ha visto andare in tilt a due tornate abbondanti dalla conclusione.

Sostenuto da una squadra molto coesa e da una buona condizione atletica e mentale ha corso con grande intelligenza e solo la sfortuna gli ha negato il primo posto. «In tre giorni sono stato secondo nelle corse che ho già vinto: sono piuttosto arrabbiato perché in entrambi i casi avrei potuto benissimo ottenere il successo - commenta il castense -. Probabilmente non è un periodo fortunato ma sono duro come pochi e andrò a caccia della vittoria».

Battere il campione olimpico in volata è comunque un gran bel risultato...«Certamente. Ma nell’albo d’oro finisce solo il vincitore. I piazzati vengono dimenticati alla svelta. Se a Bergen ho provato una brutta delusione, questa volta sono davvero amareggiato perché per pochissimi secondi sono stato costretto ancora una volta a salire sul secondo gradino. Però non rinuncio e spero davvero di centrare l’affermazione prima di abbassare la saracinesca su questo 2017 comunque positivo».

La seconda piazza ottenuta ieri nel Bolognese è stata la quinta dell’anno dopo quelle concretizzate in una tappa del Tour of Oman, nel Giro di Romania e nel Giro di Slovenia, con l’aggiunta di quello incassato il 28 settembre nella Coppa Sabatini-Peccioli. Parlando ancora di numeri, Colbrelli è stato anche cinque volte terzo e tre volte primo. Ma avrebbe preferito un paio di vittorie in più.