Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
24 ottobre 2017

Sport

Chiudi

25.09.2017

Covi è una freccia a Gavardo
E il fantastico «bis» è servito

Il podio del Trofeo Tecmor con Murgano, Covi e Guizzetti a formare la top 3 di giornata FOTO RODELLAAlessandro Covi taglia per primo la linea del traguardo sul Bersaglio: bella vittoria FOTO RODELLA
Il podio del Trofeo Tecmor con Murgano, Covi e Guizzetti a formare la top 3 di giornata FOTO RODELLAAlessandro Covi taglia per primo la linea del traguardo sul Bersaglio: bella vittoria FOTO RODELLA

Un volo d’aquila per servire il bis stagionale: il dilettante under 23 Alessandro Covi (Team Colpack) ha vinto per distacco il trentesimo Trofeo Gs Gavardo Tecmor, valiudo anche per i Memorial Piero Montanari e Gaetano Mora, esemplarmente organizzato dal Gs Gavardo Biesse Carrera, con la partecipazione di 112 concorrenti.

Il giovane bergamasco, che sulle strade bresciane l’anno scorso vinse una prova e la classifica generale della challenge Memorial Mario Marchina Giuseppe Presti a Monticelli Brusati e Ospitaletto, ha fornito un saggio delle sue qualità raggiungendo e superando a doppia velocità Radice e Guizzetti, che stavano comandando le operazioni a poche centinaia di metri dal traguardo posto in salita, in località Bersaglio, a fianco della sede degli alpini di Gavardo.

DAVVERO un allungo degno del suo passato giovanile con il Team Giorgi di patron Carlo, che l’ha visto spesso svettare a livello nazionale e internazionale. Il giovane del club orobico diretto dall’ex professionista Leonardo Bevilacqua, in questa sua stagione d’esordio tra i dilettanti è già stato primo a Cicogna in provincia di Arezzo il 16 maggio, sullo stesso traguardo dove il 13 aprile 1976 si affermò il rovatese Giuseppe Martinelli in maglia Pezzini Morbegno.

Sono tornati a casa con una buona pagella anche Raffaele Radice (Delio Gallina Colosio Eurofeed) e Raul Colombo (Gavardo Biesse Carrera) rispettivamente quinto e sesto all’arrivo con 20” di ritardo dal vincitore. Positiva anche la prestazione offerta da Michel Piccot (Gavardo Biesse Carrera) a lungo in fuga e solo nel finale a corto di energie e costretto ad alzare bandiera bianca.

La corsa è scattata proprio davanti alle aziende Fpt Tapparo e Tecmor, dove le vicende sportive si sono mischiate con quelle della vita: Gabriele Scalmana presidente del team organizzatore ha infatti ricordato brevemente la figura di Gaetano Mora, sponsor storico ed ex sindaco di Gavardo.

Poi sotto un cielo coperto, la corsa è partita seguendo i soliti canoni, ovvero due circuiti di 16,8 e 21,5 chilometri da ripetere quattro volte ciascuno e il tratto in linea di 1,9 per raggiungere la località Bersaglio. Nel primo circuito i concorrenti hanno affrontato lo strappo del Castello di Muscoline, mentre nel secondo si sono dati battaglia sulle salitelle di Benecco e Cavallino.

La prima parte di gara non ha riservato granché: si sono verificati alcuni allunghi ma di poco conto.

Anche quello concertato in una ventina di corridori, compresi i bresciani Furlan, Caiati e Moggio, non ha prodotto risultati apprezzabili.

Ha invece inciso sull’esito finale il tentativo promosso da Covi, Radice, Botta, Ippolito, Murgano, Piccot, Guizzetti e Mattio a cavallo della fine del quarto giro del primo circuito e del primo del secondo.

IL DRAPPELLO di testa ha raggiunto fino a 2’10” di vantaggio sceso poi drasticamente in vista del traguardo.

Ma seppur provati per i circa ottanta chilometri pedalati in fuga, davanti ci hanno dato dentro, e in cinque sono riusciti a respingere l’offensiva degli immediati inseguitori. Radice e Guizzetti consapevoli e al contempo stimolati dall’esiguo vantaggio hanno aumentato il ritmo. Sui tornanti più duri dell’erta finale però hanno pagato dazio, mentre Covi ha innestato il turbo presentandosi a braccia alzate a ricevere l’applauso del numeroso pubblico.

Con due spettatori d’eccezione: Michele Dancelli e Davide Boifava, che per alcuni anni hanno corso insieme a Molteni e Scic e disputato i mondiali di Zolder 1969 e Gap 1972. Al termine la premiazione con il contributo degli gli alpini.

Angiolino Massolini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Empoli
17
Venezia
17
Cremonese
16
Bari
16
Pescara
16
Frosinone
16
Novara
16
Palermo
15
Carpi
15
Parma
14
Salernitana
13
Perugia
13
Cittadella
13
Avellino
13
Spezia
13
Brescia
13
Entella
12
Ternana
11
Foggia
11
Pro Vercelli
10
Ascoli
10
Cesena
8
Ascoli - Spezia
Avellino - Pro Vercelli
Brescia - Bari
2-1
Carpi - Palermo
Cittadella - Venezia
Empoli - Pescara
Foggia - Parma
Frosinone - Ternana
Novara - Salernitana
Perugia - Cesena
Entella - Cremonese