Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
16 gennaio 2018

Sport

Chiudi

16.12.2017

Doping, stangata su Ruffoni: squalificato per quattro anni

Nicola Ruffoni: squalificato per quattro anni
Nicola Ruffoni: squalificato per quattro anni

La festa della Liberazione si è trasformata nella più cocente e pesante disfatta della sua carriera: il professionista Nicola Ruffoni è stato squalificato per quattro anni dall’Uci a seguito della non negatività emersa il 25 aprile 2017 a pochi giorni dal doppio successo di tappa ottenuto al Giro di Croazia. Un controllo a sorpresa a pochi giorni dall’inizio del Giro d’Italia scattato da Alghero il 4 maggio: il test sostenuto ha evidenziato la positività ai peptidi liberati dell’ormone della crescita. Il corridore della Bardiani Csf è stato dapprima sospeso da Bruno e Roberto Reverberi e dopo le controanalisi che hanno dato lo stesso risultato è scattato il licenziamento. Il velocista di Castenedolo che giovedi ha compiuto ventisette anni potrà tornare in gruppo solamente il 3 maggio 2021, posto che ne abbia ancora voglia. Occorre peraltro sottolineare che nonostante lo stop il vincitore della medaglia d’oro ai Giochi del Mediterraneo di Mersin 2013 non ha smesso di allenarsi, ancorchè senza il ritmo dei mesi precedenti. Spesso lo si è visto in bicicletta soprattutto nella Bassa bresciana con qualche puntatina in provincia di Mantova e Cremona. Appassionatissimo di ciclismo è cresciuto alla scuola della Monteclarense Bregoli prima di approdare all’Aspiratori Otelli Caseifici Zani e successivamente a Gavardo Tecmor e Team Colpack. Quindi il debutto tra i professionisti nel 2014 con al Bardiani Csf con la quale conquista sei successi: il primo nell’anno del debutto professionistico in Francia, l’ultimo il 21 aprile scorso in Croazia. Ruffo fin da quando è emersa la sua non negatività ha sempre sostenuto di essere pulito: «Nella mia carriera non ho mai fatto ricorso a sostanze dopanti». Nonostante l’apparente evidenza dei fatti non ha mai cambiato la sua versione anche se spesso si è negato al telefono. Adesso che è arrivata la squalifica probabilmente sarà costretto a rivedere la sua tesi o quantomeno presentare le prove che comprovino la sua innocenza. Una cosa però è certa: fino al 3 maggio 2021 sarà fuori dai giochi e chissà se fra tre anni e mezzo avrà ancora la voglia di rimettersi in gioco per cancellare la pagina più brutta, inattesa e mortificante della sua carriera. • A.MAS. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Palermo
39
Frosinone
37
Empoli
34
Bari
34
Parma
33
Cremonese
32
Cittadella
32
Spezia
30
Venezia
29
Carpi
29
Pescara
28
Salernitana
26
Avellino
25
Perugia
24
Novara
24
Entella
24
Brescia
23
Cesena
23
Foggia
22
Ternana
21
Ascoli
20
Pro Vercelli
18
Avellino - Ternana
2-1
Brescia - Ascoli
0-1
Carpi - Bari
0-0
Cremonese - Cesena
1-0
Foggia - Frosinone
1-2
Palermo - Salernitana
3-0
Parma - Spezia
0-0
Perugia - Empoli
2-4
Pescara - Venezia
1-0
Pro Vercelli - Cittadella
1-2
Entella - Novara
2-1