Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
15 dicembre 2018

Sport

Chiudi

24.02.2018

Il Maniva si veste di rosa: per un arrivo speciale

La presentazione della tappa in Maniva per un Giro d’Italia dilettanti che torna nel bresciano con due tappe scoppiettanti FOTO RODELLA
La presentazione della tappa in Maniva per un Giro d’Italia dilettanti che torna nel bresciano con due tappe scoppiettanti FOTO RODELLA

Un full immersion dedicata al ciclismo per presentare la tappa del Giro d’Italia under 23 del Maniva: in un contesto fiabesco si è svolto all’ex Rifugio Bonardi a quota 1.744 il vernissage della giornata rosa, e della squadra, oggi al via della Coppa San Geo-Trofeo Caduti Soprazocco-Memorial Italo Ragnoli. A fare gli onori di casa l’ex dilettante Imerio Lucchini, che ha fatto disporre un po’ ovunque nastri rosa: sia per la tappa del Giro Baby, che per la nascita della sua prima nipotina Ginevra, data alla luce dalla signora Veronica Rambaldini, moglie di Massimo, primogenito di Imerio. Una festa rosa completata dalla presenza di Francesco Moser e Michele Dancelli che di maglie rose ne hanno indossate numerose in carriera. Con loro il ct della nazionale azzurra Davide Cassani, Mirella Zanini (sindaco di Collio), Massimo Ottelli (presidente comunità montana), Corrado Lodi consigliere Fci), Ambrogio Paiardi (amministrazione provinciale), Marco Selleri (patron del Giro baby), Mario Malagnini (tenore bresciano atteso al concerto del Teatro Grande il 4 marzo), Leonardo Pirro (presidente Viris insieme a Imerio Lucchini). LA TAPPA della corsa rosa è in programma l’11 giugno con la partenza da Mornico al Serio in provincia di Bergamo, e l’arrivo in quota al Maniva dopo 127,900 chilometri. La competizione entrerà in territorio bresciano a Paratico. Quindi proseguirà verso Iseo, per affrontare il Polaveno a quota 701 metri. Dopo la discesa su Ponte Zanano, i corridori risaliranno la Valtrompia per giocarsi all’ex Rifugio Bonardi la vittoria di giornata e fors’anche quella finale. Anche se a quel punto avranno disputato solamente cinque delle dieci tappe programmate. Il Maniva, già sede di tappa di Brixia Tour, Tre Giorni Orobica, Trofeo Fantini, Trofeo Calcestruzzi Saretina, ancora una volta abbraccerà la carovana ciclistica che tanto appassiona Imerio Lucchini e la sua famiglia. Prima dell’epilogo, i corridori dovranno però affrontare il Polaveno che, nel 1971 costrinse Francesco Moser alla rincorsa di Perletto, nella tappa di Ospitaletto, per conservare il primato che poi difese alla grande fino al traguardo finale di San Pellegrino. E proprio Moser ha ricordato quel frammento della sua carriera: «Perletto si scatenò e mi staccò sul Polaveno, ma nella successiva discesa e in pianura riuscii a fermarlo». La salita che fa da spartiacque tra il Sebino e la Valtrompia, venne affrontato nel 1978 anche dal Giro d’Italia professionisti e anche quel giorno scatenò l’offensiva Perletto che si affermò per distacco davanti a Pierino Gavazzi e proprio Francesco Moser. Questo per dire che il Maniva farà sicuramente selezione, ma anche la salita precedente potrebbe fare male ai corridori. E l’ha sostenuto Davide Cassani ricordando brevemente anche le caratteristiche tecniche della tappa successiva con partenza da Darfo Boario Terme e arrivo a Folgarida dopo 125,600. Da superare l’ascesa di Corteno Golgi e il Tonale in territorio bresciano prima della conclusione in Trentino. Per una grandissima festa per il ciclismo italiano. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Angiolino Massolini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Palermo
29
Lecce
26
Pescara
26
Cittadella
24
Hellas Verona
22
Brescia
21
Benevento
21
Perugia
21
Spezia
20
Salernitana
20
Cremonese
19
Ascoli
19
Venezia
19
Cosenza
14
Crotone
12
Padova
11
Carpi
10
Foggia
9
Livorno
9
Benevento - Hellas Verona
0-1
Cremonese - Cittadella
0-0
Lecce - Perugia
0-0
Livorno - Foggia
3-1
Padova - Palermo
1-3
Pescara - Carpi
2-0
Salernitana - Brescia
Spezia - Cosenza
4-0
Venezia - Ascoli
1-0
Crotone - [ha Riposato]