Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
25 giugno 2018

Sport

Chiudi

17.12.2017

«La squadra avrebbe dovuto vigilare su Froome»

Chris Froome è in questi giorni in ritiro in Spagna con il Team Sky: su di lui ombre pesanti per la questione salbutamolo
Chris Froome è in questi giorni in ritiro in Spagna con il Team Sky: su di lui ombre pesanti per la questione salbutamolo

Angiolino Massolini Quattro Tour de France e una Vuelta in bacheca ma anche lui come altri suoi colleghi è caduto nella rete del doping: il ciclismo mondiale è in subbuglio per la non negatività al salbutamolo riscontrata a Crhistopher Froome nell’ultima Vuelta di Spagna che l’ha visto trionfare. Colpevole o innocente? Gli addetti ai lavori si stanno interrogando su questa vicenda che presenta come tutti i casi di doping lati oscuri che inevitabilmente fanno discutere. Il salbutomolo è una sostanza presente nel Ventolin, medicinale che chi soffre di asma ha sempre sotto mano per ovviare a problemi di respirazione. Nel ciclismo i corridori possono assumerla fino a 16 «puff» per non finire nella rete del doping. E Chris Froome sembra abbia superato il limite. E A TAL PROPOSITO ecco le parole di Claudio Corti, ex professionista che ai tempi della sua conduzione manageriale alla Barloworld ha avuto Froome alle proprie dipendenze: «Ho visto per la prima volta in corsa Froome nel Giro del Capo nel 2006. Poi l’ho rivisto nella stessa corsa l’anno successivo e nel 2008 l’ho ingaggiato. È rimasto con me due anni e non mi ha mai creato problemi di qualsivoglia natura». Corti, bergamasco di Curno da tanti anni residente in Franciacorta, prima a Adro e poi a Capriolo, ha da sempre fissato il suo quartiere generale a Adro, ma Froome si stabilì invece a Chiari: «Chris decise di abitare a Chiari insieme alla sua fidanzata perchè era una indossatrice e si recava spesso a Milano: a Chiari c’era la stazione mentre a Adro no. Tutto qui». In questi ultimi giorni il caso di Froome ha riempito le pagine dei quotidiani e come sempre si registra un gruppo di colpevolisti e un altro di innocentisti. Lei come la pensa in proposito? «Parto dal presupposto che Froome alla Vuelta dove è stato pizzicato si è sottoposto a numerosi controlli medici. Se gli è stata diagnostica la non negatività al salbutamolo probabilmente ne dovrebbe avere fatto un uso maggiore del consentito. Non mi sento di colpevolizzare o condannare il corridore. Credo che in primis sia la squadra, la società, che devono vigilare sull’operato dei corridori. Quantomeno io agivo in questo modo per essere al riparo da qualsiasi sorpresa». Corti scende più nel dettaglio: «Che un team ciclistico come la Sky che ha un budget di 35 milioni di euro si faccia sorprendere in questa maniera è quantomeno incredibile. Non so cosa deciderà l’Uci. Una cosa però vorrei chiedere alla Federciclo internazionale: come può un corridore affetto da asma bronchiale vincere così tanto e soprattutto essere primattore in salita dove la respirazione è giocoforza più difficile? Non sono medico e non posso aggiungere null’altro sulla questione, ma ritengo che davvero siano le persone che stanno attorno a Chris Froome che dovrebbero interrogarsi sulla vicenda». Claudio Corti non lo afferma apertamente ma crede nell’innocenza del suo ex corridore, anche se la non negatività pesa come un macigno. Toccherà all’Uci assumere una decisione sia in linea con quella assunte in passato costate sospensioni o squalifiche che dir si voglia ad alcuni corridori, in primis Alessandro Petacchi e Diego Ulissi costretti allo stop per la stessa vicenda. Una nota per concludere: il salbutamolo si può assumere anche in fiale, anche se in questo caso la quantità do sostanza riscontrata a Christopher Froome è minima. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Empoli
82
Frosinone
71
Parma
69
Palermo
68
Venezia
66
Bari
64
Cittadella
63
Perugia
60
Foggia
57
Spezia
53
Carpi
52
Salernitana
51
Cremonese
48
Cesena
47
Brescia
47
Pescara
47
Avellino
45
Ascoli
45
Novara
44
Entella
41
Pro Vercelli
40
Ternana
37
Avellino - Spezia
1-0
Brescia - Empoli
0-2
Carpi - Cittadella
1-1
Cremonese - Venezia
5-1
Entella - Frosinone
0-1
Foggia - Salernitana
1-0
Palermo - Cesena
0-0
Parma - Bari
1-0
Perugia - Novara
1-1
Pescara - Ascoli
0-1
Pro Vercelli - Ternana
2-1