Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
20 novembre 2017

Sport

Chiudi

27.10.2017

Ciliverghe,
l’ultima frontiera
è Singapore

I quattro giocatori di Singapore sbarcati a Ciliverghe
I quattro giocatori di Singapore sbarcati a Ciliverghe

Altro che Manchester United: la vera «squadra del mondo» è il Ciliverghe. Se i red devils possono esibire partecipazioni e sponsorizzazioni statunitensi, cilene, turche, tailandesi e coreane, oltre a qualcosa come cento milioni di tifosi spalmati in tutto il globo, i gialloblù vantano un altro invidiabile primato. Al centro sportivo Sterilgarda, tra prima squadra, Juniores e Allievi sventolano da pochi giorni le bandiere di tutti e cinque i continenti. Ai ventidue europei (i ventuno italiani più il serbo Trajkovic), al sudamericano Bodini, al nordamericano Bithiene (di passaporto canadese), all’africano Barwuah (ghanese) e al «canguro» australiano West-Astuti si sono aggiunti quattro gioiellini asiatici: Reuben Raj Lazarus (’98), Yeo Ee (’98), Keshav Kumar (’01) e Jordan Efa Okwudili Emaviwe (’01).

IL TIMBRO sul passaporto dice Singapore. Il motivo del viaggio è qualcosa di molto simile ad un «erasmus» calcistico. «Li abbiamo accolti per dare loro la possibilità di confrontarsi con il calcio italiano, seppur limitatamente alla Serie D - rivela il ds gialloblù Eugenio Bianchini -. Si alleneranno per dieci giorni con la prima squadra, la Juniores e gli Allievi e ci daranno un saggio delle loro qualità. Nel frattempo noi avremo l’occasione di visionarli per un eventuale tesseramento prima di decidere se farli rientrare in patria. I campioni si scovano anche così».

Come, quando e perché quattro asiastici siano finiti al Cili è storia di pochi giorni e una manciata di intuizioni. L’idea nasce negli Stati Uniti, si sviluppa a Singapore e si concretizza tra Gussago e Molinetto di Mazzano. Grazie ad un giro di contatti, Joe Keiser, imprenditore e titolare di una scuola per giovani talenti nel Paese asiatico, scova Nicola Maffessoli, agente Fifa di Gussago e vero artefice del viaggio calcistico, che a sua volta gira a Bianchini i nomi dei quattro ragazzi e la pazza idea di portarli a Ciliverghe. Detto, fatto. «Dobbiamo ringraziare la società -: potersi misurare con la realtà italiana è per loro il coronamento di un sogno e, chissà, l’inizio di una nuova vita». Per il Cili, invece, potrebbe essere una straordinaria opportunità: «Aprirsi al mondo è un buon modo per aumentare le possibilità del proprio scouting - assicura Bianchini -. In futuro vorremmo portare avanti la collaborazione con realtà come questa. L’obiettivo? Scovare talenti ma anche dare una chance ai ragazzi». L’Academy Junior Football Pte Ltd, la scuola calcio di Keiser a Singapore, sta preparando altri giocatori per la sfida italiana. E il Cili è sempre più internazionale.

Alberto Armanini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Bari
26
Parma
26
Palermo
25
Frosinone
25
Venezia
25
Empoli
24
Cremonese
22
Salernitana
22
Pescara
20
Carpi
20
Avellino
19
Perugia
18
Cittadella
18
Novara
18
Brescia
18
Foggia
18
Spezia
17
Pro Vercelli
16
Entella
16
Ternana
15
Cesena
14
Ascoli
13
Brescia - Spezia
1-1
Empoli - Cesena
5-3
Foggia - Ternana
1-1
Frosinone - Avellino
1-1
Novara - Bari
1-2
Palermo - Cittadella
Parma - Ascoli
4-0
Perugia - Carpi
5-0
Pescara - Pro Vercelli
3-1
Salernitana - Cremonese
1-1
Entella - Venezia
0-0