Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
21 ottobre 2018

Sport

Chiudi

09.10.2018

De Zerbi-Javorcic,
Panchine d’oro
sulla fiducia

Nel giorno in cui tutto il calcio bresciano adotta Alberto Gilardino l’Aiac di Brescia incorona Roberto De Zerbi e Ivan Javorcic. A loro, con pari dignità, spetta la Panchina d’Oro 2017-18, il premio che l’Assoallenatori provinciale assegna ogni anno ai migliori tecnici. Dopo la celebrazione di Gigi Cagni, beatificato 12i mesi fa in Loggia per aver salvato (letteralmente!) il Brescia dall’oblìo, l’associazione presieduta da Giampaolo Dosselli cambia direzione e guarda al futuro. De Zerbi e Javorcic, quindi. Il nuovo che avanza. Il calcio propositivo di De Zerbi sembra aver stregato il mondo del pallone e molti presidenti. Dopo la parentesi di Darfo, stagione 2012-13, con una retrocessione dalla D in Eccellenza, ha guidato il Foggia vincendo una Coppa Italia di Serie C, perdendo i play-off per la B (contro il Pisa di Rino Gattuso) e incassando un esonero estivo al terzo anno. QUINDI subito il salto in A con il Palermo e anche qui un esonero dettato dal tritallenatori Maurizio Zamparini. Lo scorso anno, dopo un’estate di contatti con gli spagnoli del Las Palmas, ha ereditato la panchina del Benevento da Marco Baroni, anche in questo caso senza riuscire ad evitare la retrocessione. Ora guida il Sassuolo e occupa la zona Europa League dopo un buon inizio fatto di risultati e gioco coraggioso. Per Ivan Javorcic, assente perché impegnato nel posticipo di campionato con la Juventus under 23, la Panchina d’Oro arriva dopo un percorso a ritroso rispetto a quello di De Zerbi. Promosso alla guida del Brescia in un momento turbolento della storia biancazzurra, è scivolato all’indietro di un paio di categorie. Prima il Mantova, in Serie C, dove gli è stato impossibile evitare l’esonero. Poi la Pro Patria, che gli ha dato l’occasione di programmare un anno e mezzo di lavoro indisturbato in D e assaltare, con successo, il passaggio in C. Il trionfo è dello scorso maggio, a spese di quel Rezzato che oggi accoglie Gilardino. Uno che sogna una carriera «alla De Zerbi». LA PREMIAZIONE di ieri in Loggia è stata anche l’occasione per celebrare i dilettanti. In questo senso la Panchina d’Oro è andata ad Andrea Abrami, tecnico del Cellatica, e Gianni Gilberti, che ha guidato il Castrezzato dalla Prima alla Promozione. Per il settore giovanile i premi principali vanno a Gianluca Urgnani (professionisti) e Davide Armanti (dilettanti). I preparatori dei portieri, cui è andato il premio Sergio Creminati, sono Armido Giacomazzi e Nicolas Cancarini. Commozione per il doppio premio intitolato ad Azeglio Vicini, assegnato ad Enrico Demarchi, presidente del Settore Tecnico Figc, ed Eugenio Corini. «Sono onorato di ricevere questo premio - ha assicurato l’allenatore del Brescia -. Vicini è stato una guida per chi, come me, era un giovane calciatore negli anni ’90. Era un uomo di valori e un grande allenatore». Premiati i vincitori dei campionati dalla Terza all’Eccellenza, dei titoli giovanili e dell’ambito Trofeo Bresciaoggi. La cerimonia, col presidente Dosselli in prima fila e Francesco Franchi, figlio di Artemio, ospite d’onore, ha messo in mostra il meglio dei tecnici bresciani. Ora tutti con un unico pensiero: i 3 punti nella prossima gara. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alberto Armanini
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Pescara
18
Hellas Verona
13
Lecce
12
Spezia
12
Palermo
11
Cittadella
11
Cremonese
11
Brescia
11
Benevento
10
Salernitana
10
Crotone
10
Ascoli
9
Perugia
8
Cosenza
7
Padova
6
Carpi
5
Foggia
4
Venezia
4
Livorno
2
Ascoli - Carpi
1-0
Benevento - Livorno
Cittadella - Brescia
2-2
Cosenza - Foggia
2-0
Crotone - Padova
2-1
Lecce - Palermo
Salernitana - Perugia
Spezia - Pescara
1-3
Venezia - Hellas Verona
Cremonese - [ha Riposato]